Due uomini seduti su un divano con un computer portatile

LIBRO DELLE NOTIZIE

Introduzione

Prefazione di Frank X. Shaw

Benvenuti a Microsoft Ignite, e ancora una volta abbiamo un libro di notizie su Azure, AI, Applicazioni aziendali, Industry Cloud, Microsoft 365, Power Platform, Sicurezza e Windows pronto per il vostro piacere di lettura!

Il nostro obiettivo con il Book of News è quello di fornirvi una guida a tutti gli annunci che stiamo facendo, con tutti i dettagli di cui avete bisogno. Il nostro obiettivo principale rimane quello di rendere il più semplice possibile la navigazione tra tutte le informazioni più recenti e di fornire dettagli chiave sugli argomenti che vi interessano di più.

Al Microsoft Ignite di quest'anno accoglieremo più di 200.000 persone virtualmente e 7.500 persone da sedi satellite in tutto il mondo. I partecipanti potranno acquisire le competenze formative di livello mondiale necessarie per sfruttare al massimo le tecnologie Microsoft, oltre a dare un'occhiata ai nuovi prodotti e servizi che arriveranno in futuro.

Non c'è dubbio che gli ultimi anni siano stati un periodo di grandi cambiamenti per la comunità globale, con sconvolgimenti nella società, nell'economia, nel panorama politico e nel modo di lavorare. Lo sfondo delle nostre novità a Microsoft Ignite è il modo in cui Microsoft Cloud può aiutare i nostri clienti a fare di più con meno, il che rappresenta la nostra rinnovata attenzione ad aiutare i clienti a massimizzare gli investimenti IT esistenti e a ottimizzare i costi in tempi economici incerti.

Le organizzazioni, per superare la crisi degli ultimi anni e adattarsi alle nuove sfide, si rivolgono ai loro fornitori di tecnologia per avere successo. Hanno bisogno di soluzioni affidabili che permettano ai loro dipendenti di avere un impatto, che li aiutino a ottenere il massimo dagli investimenti tecnologici e che siano supportate dai dati e dagli approfondimenti necessari per ottenere risultati aziendali significativi.

Per il Microsoft Ignite di quest'anno abbiamo in programma una grande serie di novità e momenti emozionanti. Spero che possiate unirvi a noi.

Come sempre, inviateci il vostro feedback! Vogliamo sapere come possiamo migliorare. State ricevendo le informazioni e il contesto di cui avete bisogno? Cosa possiamo fare per rendere l'esperienza ancora migliore la prossima volta?

fxs

Che cos'è il Libro delle notizie?

Il Microsoft Ignite Book of News è la vostra guida alle principali notizie che annunceremo a Microsoft Ignite. L'indice interattivo offre la possibilità di selezionare gli articoli di interesse e le funzionalità di traduzione rendono il Book of News più accessibile a livello globale. (È sufficiente fare clic sul pulsante di traduzione sotto l'indice per attivare le traduzioni).

Abbiamo anche raccolto una cartella di immagini relative ad alcune notizie. Date un'occhiata alle immagini qui.

Ci auguriamo che il Book of News fornisca tutte le informazioni, gli approfondimenti esecutivi e il contesto di cui avete bisogno. Se avete domande o feedback sui contenuti del Book of News, inviate un'e-mail a [email protected]

Se siete interessati a parlare con un analista di settore delle novità annunciate a Microsoft Ignite o della più ampia strategia e offerta di prodotti di Microsoft, contattate [email protected]

Un gruppo di persone che si riunisce in una stanza

1. AI 1.1. AI

1.1.1. Annunciati numerosi aggiornamenti di Azure Cognitive Services

Azure OpenAI Service, disponibile in anteprima con accesso limitato, offrirà l'accesso a Dall-E 2, un modello che consente agli utenti di generare immagini personalizzate utilizzando testo o immagini.

L'aggiunta del modello Dall-E 2 amplierà l'ampiezza dei casi d'uso che i clienti di Azure OpenAI Service possono utilizzare. I clienti selezionati possono generare contenuti, immagini e codice per aiutare gli utenti a essere più produttivi nell'esecuzione di attività critiche per l'azienda.

Azure Cognitive Service for Language migliora la sintesi ed espande il supporto linguistico tra le varie competenze linguistiche con maggiori capacità di comprensione del linguaggio naturale (NLU) e di generazione del linguaggio naturale (NLG), in modo che i clienti possano implementare in modo efficiente le app aziendali per scenari di digitalizzazione di documenti e conversazioni.

Le funzionalità di sintesi migliorate, tra cui la sintesi astraente dei documenti e delle conversazioni generiche, sono ora disponibili in anteprima con accesso limitato. La copertura linguistica ampliata per varie funzioni, le funzionalità AI del contact center migliorate e l'accesso a Language Studio sono ora generalmente disponibili.

Computer Vision sta aggiungendo due servizi, ora in anteprima, Image Analysis 4.0 e Spatial Analysis on the Edge. Image Analysis 4.0 è un modello aggiornato, progettato per estrarre un'ampia varietà di caratteristiche visive dalle immagini per migliorare la gestione delle risorse digitali e l'accessibilità dei clienti. Spatial Analysis on the Edge migliorerà la sicurezza ingerendo video in streaming dalle telecamere, estraendo informazioni e generando eventi che potranno essere utilizzati da altri sistemi.

Azure Cognitive Service for Speech sta aggiungendo nuove funzionalità ai suoi servizi speech-to-text e text-to-speech. Questi servizi contribuiranno a trasformare il modo in cui le aziende offrono esperienze multimediali, accessibilità e servizio clienti.

Tra queste, le nuove lingue ed emozioni aggiunte a Neural Text to Speech per migliorare e scalare la portata degli assistenti vocali e altro ancora; l'addestramento della voce sintetica con Custom Neural Voice, che include toni multi-stile come allegro o triste; Embedded Speech, che consente alle aziende di utilizzare i servizi vocali di Azure sui propri dispositivi; funzioni di personalizzazione come i lessici per migliorare l'accuratezza del riconoscimento vocale; e un'elaborazione audio migliorata di tutte le voci precostituite di Azure.

Per saperne di più su questo aggiornamento o scaricare le risorse visive.

1.1.2. Funzionalità di Azure Form Recognizer in anteprima

Azure Form Recognizer offre nuove funzionalità, ora in anteprima, tra cui un modello AI precostituito che estrae automaticamente i contenuti esclusivi dei contratti, come le parti e i termini di pagamento, e un supporto linguistico ampliato a 275 lingue in tutto il mondo.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

1.1.3. Nuove funzionalità di Azure Machine Learning ora in anteprima

Azure Machine Learning continua a fornire valore ai professionisti dell'apprendimento automatico e agli amministratori IT, con nuove funzionalità che aiutano a snellire e semplificare l'esperienza di sviluppo. Gli aggiornamenti includono:

I registri di Azure Machine Learning, in anteprima, aiuteranno i professionisti dell'apprendimento automatico a promuovere, condividere e scoprire artefatti di apprendimento automatico come modelli, pipeline e ambienti in più spazi di lavoro di un'organizzazione. Ciò consentirà ai clienti di tenere traccia del lignaggio dei modelli e dei dati tra i diversi spazi di lavoro in diverse sottoscrizioni Azure, facilitando le operazioni tra i vari team.

Azure Container for PyTorch e Azure Data Science Virtual Machines for PyTorch, ora in anteprima, sono ambienti curati e immagini personalizzate che raggruppano tecnologie innovative utilizzate da Microsoft per impostare, sviluppare, accelerare e supportare l'addestramento ottimizzato dei modelli PyTorch.

La dashboard Responsible AI in Azure Machine Learning sarà presto disponibile in generale e consentirà ai clienti di implementare facilmente Responsible AI eseguendo il debug dei modelli di apprendimento automatico e prendendo decisioni informate sui dati. La scorecard Responsible AI introduce un'esperienza UI on-demand per la generazione di scorecard in formato PDF, rendendo possibile ai clienti no-code/low-code la creazione di report per i loro modelli.

Ulteriori aggiornamenti includono:

  • Le funzioni di apprendimento automatico, compreso il supporto per l'elaborazione del linguaggio naturale e per le operazioni sulle immagini, sono ora generalmente disponibili. La generazione automatica di codice è ora generalmente disponibile per tutte le attività di apprendimento automatico su dati tabellari, immagini e testo.
  • Python SDK v2, ora generalmente disponibile, semplifica la gestione dell'intero ciclo di vita dell'apprendimento automatico, dall'addestramento di singoli lavori alle pipeline e alle distribuzioni di modelli con funzioni Python.
  • L'integrazione di Apache Spark pools, ora in anteprima, consentirà ai professionisti dell'apprendimento automatico di iterare rapidamente la preparazione dei dati su scala su cluster Spark all'interno della piattaforma Azure Machine Learning.
  • Hugging Face ospiterà BLOOM, il modello linguistico multilingue aperto più grande del mondo con 176 miliardi di parametri, su AzureML Managed Endpoints per consentire alla comunità di testare le prestazioni.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

1.1.4. Microsoft Project Bonsai aggiunge funzionalità AI alla piattaforma

Microsoft Project Bonsai è una piattaforma di sviluppo dell'intelligenza artificiale industriale a basso codice, in anteprima, in cui gli ingegneri saranno in grado di creare automazione alimentata dall'intelligenza artificiale senza la necessità di un'ampia formazione in scienza dei dati. Le aziende utilizzano Project Bonsai per migliorare la qualità e l'efficienza dei prodotti.

Diversi aggiornamenti e miglioramenti di Project Bonsai, tutti in anteprima, includono:

  • Supporto per mascheramento dell'azione, che contribuirà a garantire un comportamento valido e a velocizzare l'addestramento, limitando le azioni che il sistema AI può intraprendere in base allo stato attuale del sistema. Ad esempio, ora è più facile addestrare un sistema a non indirizzare il lavoro a un'apparecchiatura ferma per manutenzione.
  • L'addestramento dai dati con OfflineRL consentirà ai clienti di creare sistemi di IA che controllano o ottimizzano un processo in base a un set di dati registrati di stati e azioni provenienti da uno storico, da un sistema Internet of Things (IoT) o da altri record.
  • L'accelerazione dell'addestramento basata sui modelli introdurrà la possibilità di utilizzare i modelli per accelerare l'addestramento delle simulazioni più lente. Ciò ridurrà il tempo e il costo computazionale necessari per addestrare una politica di controllo su un caso d'uso chiave per il cliente.
  • Assessment 2.0 offrirà ricchi strumenti analitici per aiutare i clienti a valutare le prestazioni dell'automazione e a utilizzare le informazioni per costruire sistemi di IA migliori. Gli strumenti aiuteranno gli utenti a visualizzare le traiettorie delle politiche, ad approfondire gli episodi a basso rendimento e a confrontare le prestazioni tra i diversi sistemi di IA.
  • Disponibilità di campioni Bonsai in Azure Marketplace. Si tratta di esempi e modelli di simulazione che possono essere utilizzati per iniziare a lavorare con l'insegnamento automatico.
  • Project Bonsai aggiunge Tata Consultancy Services (TCS) come partner di partner. Attraverso Project Bonsai, TCS aiuterà le organizzazioni a costruire sistemi di controllo industriale intelligenti utilizzando simulazioni e a sviluppare un'automazione basata sull'intelligenza artificiale per migliorare l'efficienza della produzione e ridurre i tempi di inattività, senza dover ricorrere alla scienza dei dati. TCS inserirà i prodotti per i sistemi autonomi di Microsoft nei suoi Pace Ports, una rete globale di hub di co-innovazione che riunisce un ecosistema di startup, partner tecnologici e università per stimolare l'innovazione, consentire alle imprese di abbracciare la trasformazione digitale e promuovere una cultura di innovazione accelerata per ottenere risultati migliori.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

Due donne sedute all'aperto lavorano su un computer portatile

2. Azzurro 2.1. Dati Azure

2.1.1. Microsoft Intelligent Data Platform aggiunge un ecosistema di partner integrato

La Microsoft Intelligent Data Platform, che unifica database, analisi e governance, ha aggiunto il Partner Ecosystem, una selezione di soluzioni partner complementari e integrate per aiutare i clienti ad accelerare l'integrazione dei dati e la creazione di valore. L'Ecosistema dei partner, ora generalmente disponibile, soddisfa i clienti dove si trovano con soluzioni selezionate di partner basate sul cloud che integrano le funzionalità native della piattaforma Azure con soluzioni migliori insieme, il tutto all'interno della Microsoft Intelligent Data Platform integrata. Questa prima ondata di soluzioni dei partner copre tutti i livelli della Microsoft Intelligent Data Platform, tra cui:

  • Database: MongoDB e YugabyteDB uniscono i principali database NoSQL e NewSQL nativi del cloud con l'analisi e la governance dei dati all'interno della Microsoft Intelligent Data Platform.
  • Analitica: Informatica, Confluent, dbt Labs, Fivetran, Qlik e Striim offrono soluzioni di integrazione e trasformazione dei dati low-code/no-code per l'analitica, al fine di semplificare il processo di creazione e gestione di pipeline complesse di livello aziendale per integrare i dati da una varietà di fonti e trasformare le pipeline con un'esperienza a pannello singolo in Microsoft Purview.
  • Governance dei dati: Profisee, CluedIn, Delphix e OneTrust rappresentano soluzioni di Master Data Management, compliance e sicurezza per patrimoni di dati ibridi e multicloud.

Per saperne di più su questo o scaricare le risorse visive.

2.1.2. Azure Cosmos DB aggiunge il supporto a PostgreSQL distribuito

Azure Cosmos DB offre ora un servizio veloce, flessibile e scalabile per i dati relazionali open-source con l'introduzione del supporto per PostgreSQL distribuito. Costruito sul motore Hyperscale (Citus), il nuovo Azure Cosmos DB per PostgreSQL porta tutto ciò che gli sviluppatori amano di PostgreSQL e la potente estensione Citus al database veloce e scalabile di Microsoft per lo sviluppo di app cloud-native. Gli sviluppatori possono ora creare applicazioni con dati relazionali e non relazionali (NoSQL) utilizzando lo stesso servizio di database familiare.

Azure Cosmos DB include miglioramenti all'esperienza degli sviluppatori per le tecnologie open-source. Gli sviluppatori di MongoDB possono ora archiviare documenti più grandi grazie al supporto di documenti da 16 MB in Azure Cosmos DB per MongoDB. Questi aggiornamenti sono generalmente disponibili.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.1.3. Crittografia a riposo con chiavi gestite dal cliente su Azure Database per PostgreSQL - Flexible Server ora in anteprima

Azure Database for PostgreSQL - Flexible Server, un servizio di database PostgreSQL completamente gestito e intelligente, ora supporta la crittografia dei dati a riposo con chiavi gestite dal cliente. Questa funzione, ora in anteprima, offrirà ai clienti un ulteriore livello di controllo consentendo la gestione centralizzata delle chiavi di crittografia, rispondendo a specifici requisiti di sicurezza e conformità e mettendo le organizzazioni in pieno controllo dei permessi di utilizzo e del ciclo di vita di una chiave. Le chiavi gestite dai clienti vengono archiviate in Azure Key Vault, un servizio centralizzato di gestione delle chiavi che offre ulteriori funzionalità di sicurezza, alta disponibilità e disaster recovery.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.1.4. Funzione Autoscale IO per Azure Database for MySQL ora in anteprima

Azure Database for MySQL, un servizio di database MySQL completamente gestito e scalabile, può ora scalare l'input/output (IO) su richiesta senza dover pre-provisionare una determinata quantità di IO al secondo. I clienti potranno godere di una gestione dell'IO senza preoccupazioni in Azure Database for MySQL Flexible Server, perché il server scalerà automaticamente le operazioni di input/output al secondo (IOPS) verso l'alto o verso il basso in base alle esigenze del carico di lavoro.

Con l'anteprima Autoscale IO, i clienti di Azure Database for MySQL pagano solo per l'IO che consumano e non devono più effettuare il provisioning e pagare per le risorse che non utilizzano completamente, risparmiando tempo e denaro. Inoltre, le applicazioni mission-critical di livello 1 possono ottenere prestazioni costanti rendendo disponibile al carico di lavoro IO aggiuntivo in qualsiasi momento. Autoscale IO elimina l'amministrazione necessaria per fornire le migliori prestazioni al minor costo per i clienti di Azure Database for MySQL. Questa funzione è ora in anteprima.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.1.5. Azure Data Studio ora supporta le valutazioni di Oracle Database per la migrazione a database gestiti da Azure.

La valutazione della migrazione dei database per Oracle, un'estensione di Azure Data Studio alimentata da Azure Database Migration Service, offre ora una valutazione della migrazione per il passaggio da Oracle Database ad Azure Database for PostgreSQL. La valutazione include raccomandazioni per la migrazione del database e una valutazione della complessità del codice del database. Attraverso lo stesso strumento, i clienti possono ottenere raccomandazioni sul dimensionamento mirato per la migrazione di Oracle Database ad Azure Database for PostgreSQL e Azure SQL, compreso Azure SQL Database Hyperscale, ideale per grandi carichi di lavoro fino a 100 TB. Questi aggiornamenti sono in anteprima.

Grazie a queste modifiche, la pianificazione della migrazione è semplificata per i clienti Oracle che desiderano modernizzare il proprio patrimonio di dati con i database gestiti da Azure. Azure Database for PostgreSQL e Azure SQL Database offrono un valore eccellente per i clienti Oracle che desiderano ridurre i costi di amministrazione e ottimizzare i costi delle licenze dei database mantenendo le prestazioni. I nuovi scenari di valutazione aiutano i clienti a velocizzare le migrazioni e a ridurre i rischi, rendendo più semplice che mai il passaggio di Oracle Database ad Azure.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.1.6. Nuove funzionalità di Azure Synapse Analytics in arrivo in anteprima

Azure Synapse Analytics sta aggiungendo due nuove funzionalità per offrire una semplice esperienza senza codice per integrare i dati di Microsoft 365 con Azure Synapse Analytics.

Un nuovo modello di pipeline per i dati di Microsoft 365, in arrivo in anteprima, semplificherà l'esperienza di configurazione consentendo di impostare i flussi di dati di mappatura con un solo clic. Questa nuova funzione eliminerà i passaggi aggiuntivi necessari per collegare i dati di origine di Microsoft 365 per gli analytics, rendendo più semplice per i clienti configurare un'integrazione sempre sincronizzata e conforme.

Mapping Data Flows, in arrivo in anteprima, si basa sulla funzionalità Copy Activity migliorando il modo in cui i dati di Microsoft 365 vengono introdotti per l'analisi. Mapping Data Flows pulisce, normalizza e appiattisce i dati (formato Parquet) in diversi data sinks come Azure Data Lake Storage (ADLS), Azure Cosmos DB e Synapse SQL DW (pool SQL dedicato). I dati appiattiti sono molto più economici e veloci da elaborare con l'elaborazione dei big data. Il supporto aggiuntivo per la sincronizzazione dei dati offre ai clienti flessibilità e maggiore efficienza nella costruzione di pipeline di dati che ottimizzano i flussi di lavoro.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.1.7. Nuovi aggiornamenti sull'apprendimento automatico in Azure Synapse

Azure Synapse introduce due nuovi aggiornamenti relativi all'apprendimento automatico:

  • Ilsupporto del linguaggio R con le principali funzionalità di gestione delle librerie è ora disponibile in anteprima. Il linguaggio R consentirà ai data scientist di applicare il linguaggio R, standard del settore, per elaborare i dati e sviluppare modelli di apprendimento automatico.
  • È disponibile una nuova versione della libreria SynapseML . SynapseML è una libreria di machine learning massicciamente scalabile costruita su Apache Spark, con l'obiettivo di semplificare la creazione di pipeline di machine learning. La nuova versione include il supporto .NET, l'integrazione con i modelli linguistici GPT (Generative Pre-trained Transformer), l'integrazione con MLflow e altro ancora.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.1.8. Azure Data Explorer aggiunge nuove fonti per l'analisi in tempo quasi reale

Azure Data Explorer è una piattaforma di analisi dei big data completamente gestita e ad alte prestazioni che semplifica l'analisi di grandi volumi di dati in tempo quasi reale. Il pacchetto di strumenti di Azure Data Explorer offre ai clienti una soluzione completa per l'ingestione dei dati, le query, le visualizzazioni e la gestione.

L'ingestione dei dati è il processo con cui i dati vengono aggiunti a una tabella e resi disponibili per l'interrogazione in Azure Data Explorer.

Azure Data Explorer sta aggiungendo il supporto per l'ingestione delle seguenti fonti di dati:

  • Servizio di archiviazione semplice di Amazon (S3)
  • Azure Synapse Link da Azure Cosmos DB ad Azure Data Explorer
  • Metriche, registri e tracce di OpenTelemetry
  • Output di Azure Stream Analytics
  • Supporto dell'ingestione in streaming per l'output dell'agente Telegraph

Queste aggiunte semplificano l'inserimento dei dati in Azure Data Explorer per fornire analisi quasi in tempo reale e offrono ai clienti una soluzione completa per l'ingestione, l'interrogazione, la visualizzazione e la gestione dei dati.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.1.9. SAP Change Data Connector per Azure Data Factory ora disponibile in generale

Il SAP Change Data Connector (CDC) per Azure Data Factory è ora generalmente disponibile. Questa funzione, presentata in anteprima nel giugno 2022, consente ai clienti di portare facilmente i dati SAP in Azure per le applicazioni di analisi, AI e altro.

Utilizzando Azure Data Factory, un servizio di integrazione dei dati leader del settore, i clienti possono ingerire dati da diverse fonti di dati (ad esempio, multicloud, SaaS e on-premises) e trasformare i dati su scala. Azure Data Factory funziona perfettamente per combinare i dati e prepararli su scala cloud. I clienti utilizzano Azure Data Factory per ingerire dati da diverse fonti di dati SAP (SAP Hana e SAP Cloud for Customers, tra gli altri) e combinarli con i dati dei loro archivi operativi (ad esempio, Azure Cosmos DB e la famiglia Azure SQL). Ciò consente ai clienti di ottenere approfondimenti sia dai dati SAP che da quelli non SAP.

Utilizzando Azure Data Factory Mapping Data Flows, i clienti possono estrarre le modifiche da diversi sistemi SAP utilizzando il nuovo SAP CDC, trasformare i dati su scala e fornire i dati in un data lake o in un data warehouse per l'analisi.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.1.10. Microsoft Purview Data Governance aiuta gli utenti aziendali a fare di più

Microsoft Purview Data Governance, la piattaforma di governance unificata per i data estate ibridi, presenta diverse nuove funzionalità, tra cui:

  • Miglioramento dell'analisi delle cause principali e della tracciabilità con il lineage di SQL Dynamic (ora generalmente disponibile) e il lineage a grana fine (in anteprima) sui dataset di Power BI. I clienti possono eseguire un'analisi approfondita delle cause principali da un'unica postazione in Microsoft Purview.
  • Metamodelli che consentiranno ai clienti di definire organizzazione, reparti, domini di dati e processi aziendali sui loro dati tecnici. Questa funzione è in anteprima.
  • Le classificazioni basate sull'apprendimento automatico renderanno semplice e scalabile il rilevamento di nomi e indirizzi umani nei dati degli utenti. Questa funzione è in anteprima.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.2. Azure Hybrid, Multicloud ed Edge

2.2.1. Nuove funzionalità simili a quelle del cloud disponibili per SQL Server abilitato ad Azure Arc

SQL Server abilitato ad Azure Arc ha diverse nuove funzionalità, ora generalmente disponibili, che consentono ai clienti di trarre vantaggio da un'esperienza simile a quella del cloud, tra cui:

  • Un'esperienza di single sign-on che si integra con Azure Active Directory (Azure AD). I clienti possono accedere e gestire tutte le risorse Azure e i loro ambienti SQL attraverso lo stesso portale in un unico passaggio integrato.
  • Sicurezza e monitoraggio migliorati con Microsoft Defender, che consente ai clienti di valutare e proteggere le proprietà di SQL Server in ambienti ibridi e multicloud.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.2.2. Nuove opzioni di distribuzione per Azure Kubernetes Service abilitate da Azure Arc

Le offerte ibride di Azure offrono ai clienti esperienze coerenti tra l'on-premise, uno o più cloud e l'edge. Con le nuove opzioni di distribuzione ibrida di Azure Kubernetes Service (AKS), in anteprima, i clienti possono ora estendere efficacemente il cloud all'edge, distribuendo e gestendo centralmente AKS abilitato da Azure Arc su dispositivi Windows, Windows IoT, Windows Server 2019/2022 e Azure Stack HCI. Grazie a questa esperienza Kubernetes gestita in modo coerente, le organizzazioni possono eseguire applicazioni containerizzate indipendentemente dalla loro posizione in un datacenter, nel cloud Azure e/o in un luogo o dispositivo fisico.

I vantaggi aggiuntivi delle nuove opzioni di implementazione includono:

  • Un'esperienza di distribuzione coerente in Azure per la creazione, la gestione e la protezione di cluster AKS in esecuzione ovunque per eseguire applicazioni sull'infrastruttura dell'utente.
  • Creazione e distribuzione di un'implementazione on-premises di AKS su infrastrutture supportate dal portale Azure o dall'interfaccia a riga di comando (CLI).
  • Distribuzione di applicazioni Windows e Linux containerizzate nei data center e ai margini.
  • Creare configurazioni GitOps per mantenere sincronizzati i cluster Kubernetes e automatizzare gli aggiornamenti per le distribuzioni nuove ed esistenti.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.2.3. Nuovo rilascio di funzionalità per Azure Stack HCI

Azure Stack HCI offre una gestione basata su abbonamento per i clienti che necessitano di un'infrastruttura ibrida nei propri data center. Grazie ad Azure Arc, Azure Stack HCI presenta una nuova release con molte nuove funzionalità per aumentare la sicurezza, la versatilità e le prestazioni. Queste includono:

  • Supporto remoto Azure migliorato: Gli utenti possono concedere il consenso, in base alle esigenze, affinché il personale Microsoft possa raccogliere in remoto registri e comandi, semplificando notevolmente l'assistenza. Questa funzione è in anteprima.
  • Azure Marketplace per il self-service delle macchine virtuali: Accesso alle immagini di macchine virtuali, tra cui Windows 10 Enterprise multi-sessione e Windows 11 Enterprise multi-sessione, direttamente da Azure Marketplace. Questa funzione è in anteprima.
  • L'automazione di rete basata sugli intenti con Network ATC è generalmente disponibile.

Per saperne di più su questi aggiornamenti.

2.3. Infrastruttura Azure

2.3.1. Azure Automanage è ora disponibile per i server abilitati ad Azure Arc e le macchine virtuali Azure

Azure Automanage consente di risparmiare tempo automatizzando la configurazione e la gestione dei server durante l'intero ciclo di vita del cliente su scala, sia che si tratti di ambienti Azure che di ambienti ibridi abilitati da Azure Arc.

Con la disponibilità generale per le macchine virtuali (VM) di Azure e i server abilitati ad Arc, Microsoft aggiunge nuove funzionalità per automatizzare ulteriormente la configurazione e la gestione di qualsiasi server, tra cui:

  • Applicazione di impostazioni di backup avanzate e di diverse modalità di auditing per le Baseline di Compute Server.
  • Specificare tag personalizzati di Log Analytics Workspace e Azure per identificare le risorse in base alle impostazioni rilevanti per un'organizzazione.
  • Supporto per le macchine virtuali Windows 10.
  • Supporto per l'abilitazione di Microsoft Antimalware.

Azure Automanage offre funzionalità esclusive per le macchine virtuali Windows Server in Azure che semplificano la gestione e migliorano il tempo di attività del carico di lavoro per aumentare ulteriormente l'efficienza e i risparmi sui costi. Una di queste funzionalità è Hotpatch, che consente di eseguire il patching senza la necessità di riavviare ogni installazione, riducendo i tempi di inattività delle macchine virtuali di Windows Server Azure edition in Azure.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

2.3.2. Nuove funzionalità di Set di macchine virtuali in scala e Macchine virtuali spot

Una nuova funzionalità per i set di macchine virtuali consentirà ai clienti Azure di combinare macchine virtuali (VM) standard e spot nello stesso set di macchine virtuali. Questa nuova funzionalità, ora in anteprima, è disponibile con una modalità di orchestrazione flessibile e può aiutare i clienti Azure a ottenere significativi risparmi sui costi*, dati i profondi sconti che le macchine virtuali Spot solitamente offrono.

La modalità di orchestrazione flessibile di Virtual Machines Scale Sets offre ai clienti Azure la possibilità di implementare un'infrastruttura cloud su larga scala altamente disponibile in modo rapido, affidabile e semplice.

I clienti possono anche impostare criteri che definiscono la percentuale di allocazione delle macchine virtuali standard rispetto a quelle spot. È inoltre possibile definire il numero di macchine virtuali standard che devono essere in esecuzione in qualsiasi momento, oltre alla percentuale di macchine virtuali spot.

*Gli sconti effettivi possono variare in base alla regione, al tipo di macchina virtuale e alla capacità di calcolo Azure disponibile al momento della distribuzione del carico di lavoro.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.3.3. Aggiornamenti di Azure Premium SSD e Azure Elastic SAN

L'archiviazione su disco SSD di Azure Premium di nuova generazione è ora generalmente disponibile

Premium SSD v2 offre ai clienti Azure l'opportunità di migliorare il rapporto prezzo-prestazioni dei loro sistemi di storage e di ottimizzare i costi. La nuova offerta di Azure Disk Storage è ideale per le applicazioni che richiedono elevati livelli di prestazioni senza la necessità di aumentare la capacità di storage.

Questa soluzione avanzata di storage a blocchi è stata progettata per carichi di lavoro critici dal punto di vista delle prestazioni, che necessitano costantemente di una latenza inferiore al millisecondo, combinata con un elevato numero di operazioni di input/output al secondo (IOPS) e di throughput. Premium SSD v2 offre lo storage a blocchi general-purpose più flessibile e scalabile del cloud, consentendo ai clienti di soddisfare le crescenti esigenze dei carichi di lavoro di produzione come SQL Server, Oracle, MariaDB, SAP, Cassandra, MongoDB, big data, analytics, gaming, macchine virtuali (VM) o container stateful.

Con Premium SSD v2 i clienti di Azure possono ora effettuare il provisioning di capacità di archiviazione fino a 64 tebibyte (TiB), 80.000 operazioni di input/output al secondo (IOPS) e 1.200 megabit al secondo di throughput su un singolo disco. Inoltre, i clienti possono effettuare il provisioning separato della capacità di archiviazione del disco, degli IOPS e del throughput in base ai requisiti del carico di lavoro, con conseguente maggiore flessibilità nella gestione delle prestazioni e dei costi. Inoltre, i clienti possono ora archiviare istantanee incrementali per Premium SSD v2 sullo storage Standard SSD.

Azure Elastic SAN ora in anteprima

Azure Elastic SAN, ora in anteprima, è un esclusivo servizio cloud-native e completamente gestito di storage area network (SAN). Combinando funzionalità simili a quelle di una SAN con i vantaggi di un servizio cloud-nativo, Azure Elastic SAN offrirà una soluzione di storage scalabile, economica, ad alte prestazioni e affidabile. Può connettersi a una serie di servizi di calcolo di Azure, consentendo ai clienti di trasferire senza problemi i carichi di lavoro SAN nel cloud senza dover cambiare il modello di provisioning e di gestione.

Queste caratteristiche includono:

  • Distribuzione, gestione e hosting di carichi di lavoro su Azure con un'esperienza end-to-end simile a quella delle SAN on-premise.
  • Provisioning massivo di storage a blocchi in grado di raggiungere una scala massiva fino a milioni di IOPS, un throughput a due cifre GB/s e basse latenze a una cifra di millisecondi, servendo una pletora di carichi di lavoro in un'organizzazione.
  • Semplificare la gestione dei volumi attraverso il raggruppamento e l'applicazione dei criteri con un'esperienza SAN on-premises.
  • Ottenere una maggiore resilienza e ridurre al minimo i tempi di inattività con lo storage ridondante a zone, garantendo così alle organizzazioni alti livelli di disponibilità quando si eseguono applicazioni business-critical su Azure.

Per saperne di più Azure Premium SSD e Azure Elastic SAN.

2.3.4. Nuove funzionalità e caratteristiche di Azure Monitor

Le nuove funzionalità di Azure Monitor sono pensate per aiutare i clienti a modernizzare ulteriormente i loro ambienti e ottimizzare i costi. Questi aggiornamenti includono:

Predictive autoscale for Virtual Machine Scale Sets, ora generalmente disponibile.

  • Gli utenti possono sfruttare l'apprendimento automatico per gestire e scalare le risorse di Azure Virtual Machine Scale Sets, prevedendo il carico complessivo della CPU e assicurando che lo scale-out avvenga in tempo per soddisfare la domanda.

Aggiornamenti di Azure Monitor Log per consentire l'ottimizzazione dei costi, ora generalmente disponibili

  • Con i log e l'archivio dati di base di Azure Monitor, gli utenti possono ingerire i log a un quinto degli attuali costi di ingestione e archiviarli per un massimo di sette anni.

Aggiornamenti dell'agente Azure Monitor

Azure Monitor Agent (AMA) offre un modo sicuro, economico e semplificato per raccogliere dati di telemetria dalle risorse di un utente. Sostituisce i precedenti agenti Log Analytics (chiamati anche agenti MMA e OMS).

  • Uno strumento di migrazione degli agenti, ora generalmente disponibile, fornisce una guida e un'automazione per supportare la migrazione dagli agenti Log Analytics legacy ad AMA.
  • Il supporto AMA per i dispositivi Windows 10 e 11 è generalmente disponibile anche tramite il programma di installazione del client Windows.

Regole di allerta consigliate, ora in anteprima

  • Con Azure Kubernetes Service (AKS) e l'area di lavoro Log Analytics, gli utenti potranno impostare rapidamente gli avvisi di Azure Monitor con nuove raccomandazioni di regole di avviso.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.3.5. I cluster cloud Nutanix sono ora generalmente disponibili su Azure

Nutanix Cloud Clusters on Azure, ora generalmente disponibile, semplifica e accelera il percorso dei clienti verso il cloud. I clienti Nutanix possono migrare o estendere i loro carichi di lavoro su Azure, senza modifiche o riattrezzamenti.

Con Nutanix Cloud Clusters on Azure, i clienti possono sfruttare le competenze e gli strumenti Nutanix esistenti, aggiungere servizi Azure come sicurezza, identità e analisi e ottenere un'efficienza dei costi grazie alla portabilità delle licenze che consente di utilizzare le licenze esistenti per l'implementazione su Azure.

Inoltre, per supportare ulteriormente un modello ibrido, i clienti possono estendere senza problemi i servizi dati di Azure ai loro cluster Kubernetes on-premises abilitati ad Azure Arc utilizzando la piattaforma Nutanix.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

2.3.6. Nuove funzionalità di Azure Networking

Le nuove funzionalità di Azure Networking sono ora generalmente disponibili e comprendono:

  • Il resolver privato di Azure Domain Name System (DNS) è un servizio cloud-nativo, altamente disponibile e adatto a DevOps. Fornisce un servizio DNS semplice, a manutenzione zero, affidabile e sicuro per risolvere e inoltrare in modo condizionato le query DNS da una rete virtuale, on-premises e ad altri server DNS di destinazione senza la necessità di creare e gestire una soluzione DNS personalizzata. In questo modo l'infrastruttura DNS dei clienti funzionerà in modo sicuro, privato e senza soluzione di continuità sulle reti on-premise e consentirà di creare scenari di rete ibridi fondamentali.
  • Azure public multi-access edge compute (MEC) consente alle aziende e agli sviluppatori di fornire applicazioni innovative, ad alte prestazioni e a bassa latenza utilizzando le reti pubbliche 5G degli operatori. Azure public MEC è disponibile con AT&T ad Atlanta e Dallas. Questo offre ai clienti la possibilità unica di analizzare i dati più vicino al luogo in cui vengono acquisiti per azioni e decisioni proattive.

Per saperne di più su questi aggiornamenti.

2.3.7. Nuovi vantaggi e funzionalità di Windows Server

Microsoft sta ampliando Azure Hybrid Benefit, un programma che consente ai clienti Software Assurance (SA) di ridurre i costi. Con il nuovo Azure Hybrid Benefit per Azure Kubernetes Service (AKS) e Azure Stack HCI, i clienti possono:

  • Eseguite AKS su Windows Server e Azure Stack HCI senza costi aggiuntivi con gli abbonamenti Windows SA e Cloud Solution Provider (CSP). In questo modo i clienti possono distribuire e gestire applicazioni Linux e Windows containerizzate dal cloud all'edge con un servizio Kubernetes coerente e gestito.
  • Ottenete Azure Stack HCI senza costi aggiuntivi con Windows Server Datacenter SA. I clienti possono modernizzare l'infrastruttura del datacenter e dell'edge esistente per eseguire i carichi di lavoro basati su macchine virtuali (VM) e container su un'infrastruttura moderna con un prezzo-prestazioni leader del settore e connettività integrata ad Azure.

Windows admin center, ora generalmente disponibile nel portale Azure, consente ai clienti di configurare, risolvere i problemi ed eseguire attività di manutenzione con la familiare interfaccia utente e le funzionalità dell'interfaccia utente di Windows admin center, senza lasciare il portale Azure.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.3.8. Il piano di risparmio Azure per il calcolo offre una nuova offerta di prezzo

Microsoft sta lanciando una nuova offerta di prezzo, Azure savings plan for compute. Questa nuova offerta, disponibile in generale verso la fine di ottobre, consentirà ai clienti di risparmiare su alcuni servizi di calcolo a livello globale impegnandosi a spendere un importo orario fisso (ad esempio, 5 dollari/ora) per uno o tre anni.

Quando i clienti utilizzano servizi di calcolo selezionati in tutto il mondo, il loro utilizzo viene coperto dal piano a prezzi ridotti, aiutandoli a ottenere più valore dal loro budget cloud. Nei periodi in cui il loro utilizzo supera l'impegno orario, gli utenti saranno semplicemente fatturati ai normali prezzi pay-as-you-go. Grazie all'applicazione automatica dei risparmi sull'utilizzo del calcolo a livello globale, gli utenti continueranno a risparmiare anche quando le loro esigenze di utilizzo cambieranno nel tempo. Questo piano consente ai clienti di aumentare il valore del loro budget cloud, di mantenere il controllo finanziario e di ottimizzare i costi in un contesto di aumento della spesa cloud, per aiutarli a fare di più con meno.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.4. Soluzione Azure VMware

2.4.1. Nuove funzionalità per la soluzione Azure VMware supportano la disponibilità, la sicurezza e la protezione.

Due nuove funzionalità della soluzione Azure VMware supportano una maggiore disponibilità e sicurezza per i carichi di lavoro mission-critical dei clienti e comprendono:

99,99% di uptime del cloud privato: Stretched cluster per Azure VMware Solution, ora in anteprima, fornirà un uptime del 99,99% per le applicazioni mission-critical che richiedono la massima disponibilità. In caso di guasto della zona di disponibilità, le macchine virtuali (VM) e le applicazioni dei clienti effettuano automaticamente il failover a una zona di disponibilità non interessata, senza alcun impatto sulle applicazioni e senza richiedere il supporto dell'IT.

Customer Managed Keys (CMK): Ora in anteprima, CMK darà ai clienti il massimo controllo sui loro dati vSAN crittografati su Azure VMware Solution. Con questa funzione, i clienti utilizzano Azure Key Vault per generare chiavi gestite dai clienti e per centralizzare e semplificare il processo di gestione delle chiavi, tra cui:

  • Revocare l'accesso in qualsiasi momento e proteggere i dati dei clienti dall'interno del loro cloud privato.
  • Rotazione della chiave di crittografia in Azure Key Vault in base ai requisiti dei criteri di conformità del cliente.
  • Piena integrazione con Azure Monitor e Azure Log Analytics per registri di audit e avvisi completi.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.5. Strumenti per sviluppatori e DevOps

2.5.1. Azure Kubernetes Fleet Manager semplifica la gestione e l'organizzazione dei cluster

La gestione dei cluster Kubernetes distribuiti è complessa e impegnativa. Azure Kubernetes Fleet Manager, un nuovo servizio in anteprima, semplifica la gestione multi-cluster consentendo la gestione centralizzata di tutti i cluster su scala. I clienti possono raggruppare qualsiasi combinazione di cluster Azure Kubernetes Service (AKS) per semplificare i flussi di lavoro multi-cluster, come la propagazione del carico di lavoro e il networking multi-cluster.

Quando si gestisce una flotta Kubernetes, gli utenti hanno bisogno di un cluster Kubernetes per memorizzare le configurazioni per i criteri di posizionamento e la rete. Azure Kubernetes Fleet Manager crea un cluster hub gestito per risolvere questo problema. Azure Kubernetes Fleet Manager consente inoltre agli utenti di impostare il bilanciamento del carico per il traffico nord-sud (che scorre dall'utente al cluster) per più endpoint distribuiti tra i cluster membri.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

2.5.2. I fornitori di software indipendenti possono ora creare applicazioni Kubernetes con un solo clic

Kubernetes apps è un'offerta di Azure Marketplace specializzata per le soluzioni Kubernetes dei partner ISV (independent software vendor) di Microsoft. I membri ISV del marketplace possono ora creare, pubblicare e gestire offerte Kubernetes commerciali in Azure Marketplace con modelli di fatturazione.

I clienti possono sfogliare il catalogo di soluzioni specializzate per le piattaforme Kubernetes nell'ambito dell'offerta Kubernetes apps in Azure Marketplace e selezionare una soluzione per il deployment in un solo clic su Azure Kubernetes Service (AKS) con fatturazione automatica in Azure. Questa funzione, in anteprima, sarà la prima offerta specializzata per Kubernetes con distribuzione e fatturazione automatizzate in Azure Marketplace.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

2.5.3. Nuove funzionalità di Azure Monitor per la modernizzazione e l'innovazione delle app

Sono state introdotte due nuove funzionalità per aiutare i clienti di Azure Monitor a modernizzare i loro ambienti cloud-nativi e a supportare le innovazioni delle app. Queste funzionalità, entrambe in anteprima, includono:

  • Managed service for Prometheus, un nuovo servizio gestito, offrirà il meglio dell'ecosistema open-source automatizzando attività complesse come lo scaling, l'alta disponibilità e la conservazione dei dati a lungo termine. Può essere utilizzato come standalone all'interno di Azure Monitor o con Azure Monitor container insights e Azure Managed Grafana.
  • La profilazione Java con Java Flight Recorder (JFR) consentirà ai clienti di raccogliere dati da una macchina virtuale Java e da applicazioni Java per la risoluzione di problemi di prestazioni. I clienti possono profilare su richiesta o automaticamente con trigger configurati per la CPU e la memoria e possono visualizzare e analizzare le registrazioni con lo strumento che preferiscono.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.5.4. Microsoft Dev Box in anteprima

Le workstation rigide spesso limitano la produttività degli sviluppatori. La configurazione di queste risorse richiede il supporto dei team di amministrazione e la loro estensione su spazi di lavoro ibridi può comportare vulnerabilità di sicurezza. Microsoft Dev Box, un nuovo servizio presentato a Microsoft Build 2022, offre agli sviluppatori l'accesso self-service a workstation ad alte prestazioni basate sul cloud, preconfigurate e pronte per la codifica per progetti specifici.

Le immagini di Visual Studio per Dev Box sono ora disponibili su Azure Marketplace. Queste immagini pronte all'uso assicurano che gli sviluppatori possano essere produttivi fin dalla creazione di una Dev Box, sfruttando le funzionalità di Visual Studio comunemente utilizzate e gli strumenti complementari.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.5.5. Ambienti di distribuzione di Azure ora in anteprima

Gli ambienti di sviluppo e di test sono fondamentali per gli sviluppatori che lavorano su applicazioni complesse e moderne che si affidano a una pletora di servizi cloud. Purtroppo, possono essere necessari giorni, se non settimane, per ottenere l'accesso a queste risorse e, una volta distribuite, le organizzazioni possono avere difficoltà a garantire che le risorse funzionino in modo sicuro e conforme.

Gli Azure Deployment Environments, ora in anteprima, consentiranno ai team di sviluppatori di creare rapidamente l'infrastruttura delle app con modelli basati su progetti che stabiliscono coerenza e best practice, massimizzando la sicurezza, la conformità e l'efficienza dei costi.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.5.6. GitHub Advanced Security for Azure DevOps in anteprima

GitHub Advanced Security for Azure DevOps fornisce una soluzione nativa per la sicurezza delle app all'interno della piattaforma Azure DevOps. Le nuove funzionalità, attualmente in anteprima privata, consentiranno alle organizzazioni di identificare e correggere facilmente i segreti esposti e le dipendenze open-source vulnerabili durante il ciclo di vita del software. Advanced Security for Azure DevOps includerà un potente e accurato scanner di codice CodeQL per identificare eventuali vulnerabilità o errori nel codice. Queste nuove funzionalità sono perfettamente integrate nel flusso di lavoro degli sviluppatori per aiutarli a implementare la sicurezza nelle prime fasi del ciclo di vita dello sviluppo del software, per individuare e risolvere i problemi di sicurezza prima di distribuire il software in produzione.

Per saperne di più su questo aggiornamento o scaricare le risorse visive.

2.5.7. L'ultima versione di Visual Studio 2022 è ora generalmente disponibile

L'ultima versione di Visual Studio 2022, la v17.3, ora generalmente disponibile, include nuove funzionalità di produttività, un nuovo toolkit per la creazione di app Microsoft Teams, miglioramenti delle prestazioni per lo sviluppo in C++ e strumenti per .NET Multi-platform App UI (MAUI). Questa tecnologia consente agli utenti di creare e distribuire applicazioni client .NET per Android, iOS, macOS e Windows da un'unica base di codice.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.5.8. Microsoft e Postman collaborano per la gestione delle API di Azure

Microsoft ha firmato un accordo con Postman per collaborare all'integrazione dei prodotti e alle iniziative di co-marketing. Questa partnership mira ad accelerare lo sviluppo delle API, consentendo agli sviluppatori di portare più velocemente sul mercato nuove innovazioni. Il supporto iniziale comprende le funzionalità di importazione delle API dalla gestione delle API di Azure a Postman e l'esportazione di API e endpoint API nelle collezioni di Postman avviata da Azure.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.5.9. Servizi di comunicazione di Azure che lanciano l'automazione delle chiamate

Il mese prossimo Azure Communication Services introdurrà in anteprima l'automazione delle chiamate, un nuovo set di API che aiuterà gli sviluppatori a creare flussi di lavoro di chiamata intelligenti basati su server. Questa nuova funzione aiuterà gli sviluppatori a gestire e controllare le chiamate della rete telefonica pubblica commutata (PSTN) o VoIP all'interno delle loro applicazioni.

Dalle prenotazioni di appuntamenti quotidiani e dagli aggiornamenti degli ordini alle complesse attività di contatto con i clienti per il marketing e il servizio clienti, l'automazione delle chiamate con Azure Communication Services semplifica la fornitura di interazioni personalizzate con i clienti.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.5.10. Le funzionalità di Service Bus explorer sono ora generalmente disponibili

Le funzionalità di esplorazione di Service Bus sono ora generalmente disponibili nel portale Azure. I clienti possono ora utilizzare il portale per facilitare le operazioni sui dati, tra cui l'invio di messaggi a una coda o a un argomento in uno spazio dei nomi di Service Bus, nonché la ricezione o la consultazione di messaggi da una coda o da un abbonamento.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

2.5.11. Aggiornamenti di Azure App Service

Le nuove funzionalità di Azure App Service consentono agli utenti di modernizzare i carichi di lavoro e di innovare più rapidamente. Questi aggiornamenti includono:

  • Opzioni SKU di grandi dimensioni (64 GB/128 GB/256 GB) per supportare carichi di lavoro più impegnativi con App Service Environment (ASE) v3, che sarà generalmente disponibile a novembre.
  • Un avviso di 14 giorni prima della manutenzione programmata della piattaforma in ASE v3 sarà disponibile in anteprima a novembre. I clienti potranno scegliere una finestra temporale specifica per la manutenzione della piattaforma.
  • Il supporto per le ultime versioni di .NET 7, Python 3.10 e 3.11, PHP 8.1, PHP 8.2 e Node 18 aiuta le organizzazioni a eseguire le loro applicazioni più popolari su Azure App Service, consentendo un time to market più rapido grazie alle più recenti funzionalità di Azure Cloud. La disponibilità generale è prevista per novembre.
  • Il linguaggio Go, per la prima volta supportato in modo nativo su Azure App Service, è ora in anteprima. Gli sviluppatori possono ora innovare più rapidamente utilizzando servizi di piattaforma app completamente gestiti per le app web incentrate sul cloud.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.5.12. Azure Managed Confidential Consortium Framework ora in anteprima

Azure Managed Confidential Consortium Framework, un nuovo servizio Azure che offre l'esecuzione del kit di sviluppo software open-source (SDK) Confidential Consortium Framework (CCF) come servizio gestito, è ora in anteprima. Questo eliminerà la necessità per gli sviluppatori di creare, mantenere e gestire la propria infrastruttura per supportare i servizi basati su CCF.

CCF è un framework open-source per la creazione di servizi ad alta disponibilità e statici che richiedono fiducia decentralizzata e calcolo centralizzato per la facilità d'uso e le prestazioni.

L'Azure Managed Confidential Consortium Framework consente agli sviluppatori di creare, distribuire e gestire applicazioni multi-party su una rete protetta e governata. Per garantire la facilità d'uso, l'integrità e le prestazioni, queste reti utilizzano capacità di elaborazione riservate centralizzate all'interno di ambienti di esecuzione affidabili (TEE) basati su hardware.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

2.5.13. Microsoft crea un programma per mettere in contatto le persone in cerca di lavoro con le opportunità di impiego

Riconoscendo l'esistenza di una sostanziale carenza di talenti nel mercato globale che impedisce a molte aziende di raggiungere i propri obiettivi di crescita, Microsoft intende contribuire a colmare questo vuoto.

Microsoft sta creando un nuovo programma per l'occupabilità che cercherà di mettere in contatto le persone in cerca di lavoro (studenti laureati, persone che hanno cambiato carriera e che hanno cambiato lavoro) con le opportunità di impiego all'interno dell'ecosistema dei partner e dei clienti Microsoft. Le persone in cerca di lavoro avranno l'opportunità di completare le proprie competenze attraverso una formazione autogestita su Microsoft Learn o di acquisire competenze presso le scuole con il programma Microsoft Learn for Educators, attraverso partner per lo sviluppo della forza lavoro o corsi di formazione con istruttore erogati dai Microsoft Learning Partner.

Le persone in cerca di lavoro avranno l'opportunità di farsi notare dai datori di lavoro mostrando le loro competenze di apprendimento su LinkedIn e saranno accettate in un gruppo privato di LinkedIn in cui i datori di lavoro potranno confrontarsi con potenziali assunzioni.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

Due uomini in piedi che lavorano al computer

3. Applicazioni aziendali 3.1. Applicazioni aziendali

3.1.1. CBRE collabora con Microsoft per sfruttare la tecnologia Industrial metaverse per migliorare i risultati dei clienti

La tecnologia Industrial Metaverse di Microsoft aiuta a unificare il digitale e il fisico attraverso l'AI, la realtà mista e l'apprendimento automatico. CBRE Group, Inc. ha collaborato con Microsoft per fornire una piattaforma di gestione delle strutture migliorata che consente ai rivenditori e ad altri clienti con attività distribuite di grandi dimensioni di migliorare la connettività tra beni e tecnici, ottimizzare le operazioni e realizzare efficienze di costo.

Costruita su Microsoft Dynamics 365 Field Service, la piattaforma di CBRE dimostra come sia in grado di fornire approfondimenti unici e attuabili alle operazioni delle strutture, utilizzando un mix di strumenti fisici e digitali.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

3.1.2. I clienti di Microsoft Teams riceveranno l'accesso ai dati di Business Central senza costi aggiuntivi.

A partire da novembre, gli utenti di Microsoft Teams potranno accedere ai dati di Business Central dall'interno dell'app di collaborazione, indipendentemente dal fatto che dispongano di una licenza Dynamics 365. Gli amministratori potranno impostare regole di autorizzazione e accesso per limitare l'accesso ai record aziendali. Gli utenti di Business Central possono invitare persone di tutta l'organizzazione a connettersi e collaborare nel flusso di lavoro, indipendentemente dal luogo in cui lavorano.

Con Business Central integrato in Teams, le persone possono collaborare a iniziative e progetti critici direttamente dove si connettono. Le piccole e medie imprese (PMI) possono ora garantire che tutti i membri del team siano potenziati grazie a Context IQ, che fornisce l'accesso alle informazioni e agli approfondimenti giusti in modo contestuale, ovunque e in qualunque modo lavorino.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

3.1.3. Riassunto automatico delle conversazioni nella collaborazione basata su Teams in Dynamics 365 Customer Service

Gli utenti possono automatizzare un riepilogo della conversazione generato dall'intelligenza artificiale in Dynamics 365 Customer Service quando un agente ha una conversazione con un cliente e vuole collaborare con altri colleghi utilizzando Microsoft Teams integrato. Se l'agente non è un membro originale della chat, può aggiornarsi rapidamente accedendo alla cronologia delle chat del cliente per ottenere visibilità e contesto delle conversazioni. Questo è particolarmente utile negli scenari in cui un agente del servizio clienti si vede trasferire un caso.

Questo accelera la risoluzione dei problemi, con un riepilogo della conversazione strutturato e generato automaticamente che condivide il contesto, compreso il riepilogo del problema del cliente e il risultato del tentativo di risoluzione. La funzione è in anteprima nell'ambito di Dynamics 365 Customer Service e dovrebbe essere disponibile in generale nell'ottobre 2022.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

3.1.4. Chat di Teams integrata in Dynamics 365

Grazie alla chat integrata di Microsoft Teams, gli utenti possono collaborare con le parti interessate direttamente da Dynamics 365. Ciò consente agli utenti di utilizzare i dati di Dynamics 365 come livello di organizzazione per le attività di collaborazione in Teams e di collegare le chat ai record di Dynamics 365, comprese le opportunità di vendita e i casi di assistenza, per un comodo accesso da parte di tutti i partecipanti. La funzione, ora in anteprima come parte di Dynamics 365 Customer Service, dovrebbe essere disponibile in generale nell'ottobre 2022.

Gli agenti che utilizzano Dynamics 365 Customer Service possono facilmente collaborare con chiunque all'interno della loro organizzazione, come agenti di altri reparti, supervisori, colleghi del servizio clienti o esperti di supporto, tramite Teams per risolvere i problemi dei clienti senza lasciare il caso o la conversazione. Le chat su Teams saranno collegate direttamente ai record del Customer Service, consentendo un'esperienza contestuale.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

3.1.5. Informazioni illimitate sulle conversazioni per Dynamics 365 Sales Enterprise e Microsoft Viva Sales

Conversation intelligence è ora disponibile senza costi aggiuntivi sia per Microsoft Dynamics 365 Sales Enterprise che per il nuovo Microsoft Viva Sales. L'intelligenza delle conversazioni offre ai venditori la potenza delle intuizioni e li aiuta a essere più produttivi.

Inoltre, all'inizio del prossimo anno saranno disponibili in anteprima diversi aggiornamenti per l'intelligence delle conversazioni di vendita:

  • Le indicazioni in tempo reale per i venditori, come i dettagli sui prodotti e sui prezzi e le informazioni sulla concorrenza, verranno visualizzate mentre parlano con i clienti durante una chiamata o una riunione di Microsoft Teams.
  • Le risorse consigliate, come i punti di discussione, le menzioni importanti, il sentiment dei clienti e lo stile della conversazione, contribuiranno a fornire una comprensione più approfondita di ciò che comprende le strategie di vendita vincenti e di come il comportamento dei venditori sia direttamente correlato ai risultati aziendali.
  • L'e-mail intelligence per i venditori suggerirà a i suggerimenti per gli aggiornamenti necessari nel sistema di gestione delle relazioni con i clienti.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

3.1.6. Microsoft Dynamics 365 annuncia una nuova certificazione per esperti di gestione della supply chain

La nuova certificazione Microsoft Certified: Dynamics 365 Supply Chain Management Functional Consultant Expert è ora disponibile. Questa certificazione è ideale per i consulenti funzionali con competenze avanzate, per i consulenti funzionali senior o principali dei partner Microsoft e per i professionisti IT esperti, gli sviluppatori o gli addetti alle informazioni. La certificazione si allinea strettamente ai ruoli reali del settore e offre ai consulenti funzionali che gestiscono la supply chain un percorso di certificazione ascendente.

Per ottenere questa certificazione, i candidati devono superare l'esame MB-335: Microsoft Dynamics 365 Supply Chain Management Functional Consultant Expert. I prerequisiti per la certificazione includono anche il superamento dell'esame MB-330: Microsoft Dynamics 365 Supply Chain Management Functional Consultant.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

Una donna seduta alla scrivania con un computer portatile

4. Bordo 4.1. Bordo

4.1.1. Introduzione agli spazi di lavoro di Microsoft Edge

Microsoft continua a investire in esperienze distinte che semplificano la giornata lavorativa annunciando Microsoft Edge Workspaces. Ora in anteprima, Microsoft Edge Workspaces è un insieme condiviso di schede del browser che consentirà ai gruppi di visualizzare gli stessi siti web e gli ultimi file di lavoro in un unico luogo. Ad esempio, supponiamo che un nuovo membro del team venga inserito in un progetto esistente. Invece di sommergerlo di link e file via e-mail, il team può condividere un link ai propri spazi di lavoro Microsoft Edge, che contiene tutti i file e i link rilevanti aperti come schede del browser. Mentre il team lavora insieme, le schede vengono aggiornate in tempo reale, in modo che tutti siano sulla stessa pagina.

I professionisti IT e le loro organizzazioni possono partecipare all'anteprima.

Per saperne di più su questo aggiornamento o scaricare le risorse visive.

4.1.2. Microsoft Edge aggiunge funzioni di sicurezza

Due nuove funzioni di sicurezza per Microsoft Edge migliorano la protezione contro il phishing e il malware su Windows. Queste funzioni contribuiscono a ridurre la superficie per i cyberattacchi, garantendo un'esperienza di navigazione più sicura. Queste nuove funzionalità, ora generalmente disponibili, includono:

  • Protezione contro gli errori di battitura dei siti web: È facile commettere errori quando si scrive l'URL di un sito web. Gli abusivi si approfittano di questi piccoli errori. La protezione contro gli errori di battitura dei siti web protegge gli utenti dal navigare accidentalmente verso siti di frode online dopo aver sbagliato l'indirizzo del sito web, suggerendo il sito web che l'utente intendeva visitare.
  • Modalità di sicurezza avanzata: Questa funzione di sicurezza, disponibile su richiesta, aiuta a ridurre il rischio di attacco applicando automaticamente impostazioni più conservative ai siti web non conosciuti. Attenua le vulnerabilità legate alla memoria disabilitando la compilazione di JavaScript just-in-time che potrebbe essere utilizzata per attaccare i dispositivi. Gli utenti e gli amministratori IT possono impostare il livello di sicurezza in base alla frequenza delle visite a un sito web o per siti web specifici. Ad esempio, la modalità "base" applica le mitigazioni di sicurezza ai siti meno visitati, mentre consente ai siti visitati spesso di funzionare come previsto.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

4.1.3. Le funzioni di accessibilità per Microsoft Edge migliorano l'inclusività

Le nuove funzioni di accessibilità integrate in Microsoft Edge contribuiscono a rendere il Web più accessibile a tutti. Poiché più di 1 miliardo di persone si dichiara affetto da una qualche forma di disabilità, queste funzioni aiutano gli utenti a navigare sul web in modo intuitivo e inclusivo.

Le caratteristiche di accessibilità, ora generalmente disponibili, includono:

  • Didascalie in tempo reale che vengono visualizzate in una finestra di didascalie in tempo reale quando i contenuti multimediali, ad esempio un podcast o un video, vengono riprodotti in Microsoft Edge.
  • Risposte istantanee che forniscono un risultato suggerito quando gli utenti digitano una persona, un luogo o una cosa nella barra degli indirizzi di Microsoft Edge. Ad esempio, cercando "Seattle weather" si ottiene una risposta immediata con la temperatura attuale di Seattle. Le risposte istantanee possono essere lette anche dagli screen reader.
  • L'esperienza migliorata di Narrator offre una navigazione più coerente durante la navigazione sul Web, fornendo informazioni contestuali sui nomi dei campi e dei pulsanti. Gli utenti possono anche aggiornare rapidamente i campi dei moduli, semplificando la digitazione del proprio nome, indirizzo e altre informazioni nei campi dei moduli.

I colori delle pagine, ora in anteprima, possono essere modificati in Microsoft Edge come desiderato per migliorare la leggibilità e il contrasto dei colori.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

Una donna lavora alla scrivania con il suo computer portatile

5. Nuvola industriale 5.1. Nuvola industriale

5.1.1. Nuove funzionalità per Microsoft Cloud for Sustainability

Microsoft Cloud for Sustainability sta crescendo, con l'introduzione di nuove funzionalità in Microsoft Sustainability Manager, che consente alle organizzazioni di registrare, rendicontare e ridurre facilmente il proprio impatto ambientale. Le nuove funzionalità, ora generalmente disponibili, includono un modello di dati esteso con metodologie di calcolo delle emissioni Scope 3 aumentate per le categorie prioritarie, in quanto le aziende tengono traccia dei dati sulle emissioni per fornire un reporting chiaro e trasparente.

Anche il cruscotto Emissions Impact Dashboard per Microsoft 365 è ora generalmente disponibile. Questa dashboard consente ai clienti di calcolare le emissioni associate all'utilizzo di Microsoft Teams, Word, Excel, PowerPoint, Exchange Online, SharePoint Online e OneDrive for Business da parte di un'organizzazione. Inoltre, consente alle organizzazioni di calcolare i risparmi sulle emissioni derivanti dallo spostamento dei carichi di lavoro nel cloud. Per migliorare l'affidabilità delle richieste e dei crediti ambientali, Microsoft sta introducendo l'Environmental Credit Service, un servizio gestito per creare un sistema di registrazione affidabile.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

5.1.2. Nuove funzionalità per Microsoft Cloud for Healthcare

La carenza di personale ha un effetto a catena che può portare i medici a limitare il tempo con i pazienti e a rendere difficile per questi ultimi ottenere sia le cure preventive di routine che quelle di emergenza. Microsoft Cloud for Healthcare aiuta a risolvere questi problemi semplificando la complessa gestione del flusso di lavoro e automatizzando le attività, migliorando così l'esperienza dei medici e, in ultima analisi, i risultati dei pazienti.

Le nuove funzionalità di Cloud for Healthcare che consentiranno modelli operativi incentrati sul consumatore che alleggeriscono l'onere dei fornitori e contribuiscono a facilitare l'assistenza sanitaria proattiva sono ora in anteprima e comprendono:

  • Miglioramento dellavisualizzazione degli indicatori dei pazienti nella vista Unified Patient.
  • Nuove campagne di sensibilizzazione dei pazienti integrate nei modelli del Patient Journey.
  • Una serie aggiornata di standard nel Modello di dati del fornitore, comunemente utilizzato da clienti e partner per costruire o estendere le proprie applicazioni sanitarie sfruttando Cloud for Healthcare.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

Un uomo si appoggia alla scrivania di un computer con in mano un bicchiere

6. Microsoft 365 6.1. Microsoft Teams

6.1.1. Avatar a rete in Microsoft Teams in anteprima privata

Gli avatar Mesh sono ora disponibili in anteprima privata per le riunioni di Microsoft Teams. Gli avatar Mesh offriranno flessibilità e scelta nel modo in cui gli utenti si presentano in una riunione di Teams con una versione personalizzata e animata di se stessi senza accendere la fotocamera.

Utilizzando l'applicazione Avatars nell'App Store di Microsoft Teams, gli utenti potranno progettare fino a tre avatar unici utilizzando centinaia di opzioni di personalizzazione, dagli attributi fisici agli accessori e altro ancora.

Una volta creato l'avatar personalizzato, è possibile utilizzarlo in una riunione di Teams selezionando l'opzione dal menu "Effetti e avatar" prima di partecipare alla riunione. Durante una riunione, gli utenti potranno scegliere tra un'ampia gamma di gesti per reagire agli argomenti.

Gli avatar mesh sono disponibili nell'esperienza di riunione standard di Teams per i clienti in anteprima privata. Le organizzazioni interessate a provare gli avatar possono iscriversi agli aggiornamenti sul sito web di Teams se non fanno già parte del Teams Technical Access Program.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

6.1.2. Introduzione a Microsoft Teams Premium

Il nuovo componente aggiuntivo Microsoft Teams Premium sarà disponibile in anteprima a dicembre. Basato sulla familiare esperienza di collaborazione all-in-one di Teams, Teams Premium renderà ogni riunione - dalle riunioni 1:1 agli appuntamenti virtuali, dai municipi ai webinar - più personalizzata, intelligente e sicura.

Teams Premium porterà l'innovazione delle riunioni di Teams in un'unica offerta e renderà le riunioni più personalizzate con:

  • Guide per le riunioni che aiutano gli utenti a scegliere la giusta esperienza di riunione. Poiché le guide sono facilmente personalizzabili e gestibili dall'IT, gli utenti possono selezionare una guida - come una chiamata al cliente, una riunione di brainstorming o il supporto dell'Help Desk - e le opzioni saranno già impostate, riducendo il tempo e il processo di riflessione per ottenere la riunione giusta.
  • La possibilità di brandizzare l' esperienza di riunione con loghi e sfondi personalizzati per la lobby di Teams, sfondi personalizzati a livello organizzativo e scene personalizzate per la modalità Together per infondere il marchio dell'azienda nelle interazioni virtuali.

Le squadre Premium saranno più intelligenti:

  • Un riepilogo intelligente che fornirà agli utenti dei punti salienti personalizzati delle riunioni di Teams per aiutare a scoprire le informazioni più importanti. Gli utenti possono perdere una riunione, ma non perdersi nulla.
  • Compiti generati dall'intelligenza artificiale che vengono assegnati automaticamente dalle riunioni, in modo da non perdere gli elementi di azione. È come avere un assistente virtuale che partecipa a ogni riunione.
  • Riproduzione intelligente con capitoli generati automaticamente per navigare facilmente nella registrazione di una riunione Teams e aiutare a comprendere il contenuto di una discussione.
  • Approfondimenti personalizzati nelle registrazioni delle riunioni che evidenziano i momenti importanti della riunione, come ad esempio quando è stato menzionato il nome di un utente, quando è stata condivisa una schermata e quando le persone si sono unite e sono andate via.
  • La ricerca intelligente renderà più semplice la ricerca nelle trascrizioni su , grazie a relatori suggeriti e personalizzati per l'utente, in modo che questi possa rapidamente fare riferimento a un punto specifico.
  • Live Translations per le didascalie fornirà traduzioni in tempo reale basate sull'intelligenza artificiale per 40 lingue parlate, in modo che gli utenti possano leggere le didascalie nella loro lingua. Questa funzionalità contribuirà ad abbattere le barriere linguistiche e a creare riunioni più inclusive.

Le squadre Premium saranno più sicure:

  • Protezione avanzata delle riunioni che consente di salvaguardare facilmente le riunioni riservate, come quelle del consiglio di amministrazione, le discussioni finanziarie o la revisione del lancio di un prodotto non rivelato. Grazie alle nuove opzioni per le riunioni, come il watermarking per impedire le fughe di notizie e la limitazione di chi può registrare, gli utenti ottengono ulteriori protezioni per mantenere la riservatezza delle discussioni. I clienti di Microsoft 365 E5 che hanno i requisiti di sicurezza più avanzati potranno sfruttare le etichette di sensibilità esistenti di Microsoft Purview Information Protection per applicare automaticamente le opzioni di protezione pertinenti alle riunioni.

Teams Premium estenderà l'esperienza familiare di Teams per aiutare gli utenti a impegnarsi più profondamente con i clienti offrendo:

  • I webinar avanzati di aiutano gli utenti ad approfondire le connessioni e il coinvolgimento con il pubblico interno ed esterno. Oltre alle funzionalità di base dei webinar disponibili in Office 365 e Microsoft 365, i webinar avanzati in Teams Premium includeranno una lista d'attesa per la registrazione e le approvazioni manuali, e-mail di promemoria automatizzate, una green room virtuale per host e presentatori e la possibilità di gestire ciò che i partecipanti vedono.
  • Appuntamenti virtuali avanzati progettati per gli impegni business-to-consumer (B2C). Oltre al valore di base degli appuntamenti virtuali nei piani Microsoft 365 (accesso all'app Appuntamenti virtuali, possibilità di iscriversi a un appuntamento tramite un browser web mobile e di pianificare tramite Microsoft Teams Calendar o Microsoft Bookings), gli appuntamenti virtuali avanzati in Teams Premium aiuteranno gli utenti a gestire l'esperienza end-to-end dell'appuntamento, compresi i promemoria SMS prima dell'appuntamento, un'esperienza di ingresso con marchio e i follow-up successivi all'appuntamento. Le organizzazioni avranno inoltre a disposizione appuntamenti programmati e su richiesta, una vista semplificata di tutti gli appuntamenti virtuali per tenere traccia delle adesioni e dei tempi di attesa dei clienti e funzionalità di chat prima dell'appuntamento per comunicare con i clienti e le analisi.

Le funzionalità di Teams Premium inizieranno a essere distribuite nel dicembre 2022 come parte dell'anteprima di Teams Premium, con la disponibilità generale di Teams Premium nel febbraio 2023. La disponibilità di nuove funzionalità AI, come le riunioni intelligenti, inizierà nella prima metà del 2023.

Per saperne di più su questo aggiornamento o per scaricare le risorse visive.

6.1.3. Le nuove funzionalità delle riunioni di Teams aumentano il coinvolgimento e l'interattività

Diverse nuove funzionalità per le riunioni di Microsoft Teams aumentano i livelli di coinvolgimento e interattività per gli utenti e comprendono:

  • Cameo, un'esperienza di PowerPoint che integra perfettamente il feed della videocamera di Teams nella presentazione di PowerPoint Live, consentendo agli utenti di personalizzare il modo in cui vogliono apparire sulle diapositive, con consigli di layout per una visualizzazione ottimale. Questa funzione è generalmente disponibile.
  • Excel Live consente ai team di modificare in modo collaborativo le cartelle di lavoro Excel in tempo reale, all'interno della finestra della riunione, su qualsiasi dispositivo, compresi telefoni e tablet Android e iOS. Le visualizzazioni dei fogli consentono a tutti coloro che collaborano alla redazione della cartella di lavoro di ordinare o filtrare secondo le proprie esigenze, senza interrompere la visualizzazione degli altri. Questa funzione verrà introdotta a partire da ottobre e sarà generalmente disponibile entro la fine dell'anno.
  • La modalità Insieme fa sentire i partecipanti alla riunione come se fossero nella stessa stanza durante una riunione virtuale. Con le ultime innovazioni della modalità Insieme, gli organizzatori e i presentatori delle riunioni potranno assegnare i posti ai partecipanti alla riunione nella vista della modalità Insieme (in anteprima) e selezionare la modalità Insieme per tutti, in modo che tutti i partecipanti alla riunione abbiano la stessa vista (ora disponibile in generale).

Per saperne di più su questo aggiornamento, vedere la Voce Teams Premium per conoscere ulteriori innovazioni per le riunionio scaricare le risorse visive.

6.1.4. Microsoft Teams Phone Mobile è ora generalmente disponibile

Microsoft Teams Phone Mobile, precedentemente noto come Operator Connect Mobile, è un'esperienza di chiamata mobile di livello aziendale offerta in collaborazione con alcuni degli operatori di telecomunicazioni più innovativi del mondo. È ora generalmente disponibile.

Con Teams Phone Mobile, Microsoft Teams è integrato con il dialer nativo del dispositivo mobile dell'utente, il che significa che gli utenti possono utilizzare il proprio telefono cellulare nel modo in cui sono abituati, mentre l'organizzazione può abilitare le funzionalità e i criteri di chiamata aziendale su questi dispositivi mobili. Le chiamate si spostano senza interruzioni tra reti e dispositivi e possono essere convertite da reti mobili a videochiamate basate su Internet in Teams, consentendo così una comunicazione e una collaborazione di alto livello.

Indipendentemente dal luogo in cui l'utente sceglie di lavorare, le sue chiamate, la sua segreteria telefonica e le sue trascrizioni vengono portate con sé, pur rispettando i requisiti di conformità e privacy dell'azienda. Teams Phone Mobile è ora disponibile con Rogers in Canada, il primo operatore al mondo a supportare Teams Phone Mobile, e Telia in Svezia. Verizon, Deutsche Telekom, BT e Swisscom lo lanceranno presto e altri operatori si aggiungeranno al programma.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

6.1.5. Nuove funzionalità di chat e collaborazione di Microsoft Teams

Le nuove funzionalità di chat e collaborazione in arrivo in Microsoft Teams includono:

  • Videoclip: Brevi, leggeri e ricchi videoclip che offrono un tocco più personale e rafforzano le connessioni. È sufficiente registrare, inviare, visualizzare e rispondere da desktop o da cellulare. Il destinatario del videoclip può riprodurre il video nella propria chat e rispondere con un messaggio di chat o un proprio videoclip. I videoclip sono ora generalmente disponibili.
  • Reazioni ampliate: Gli utenti possono esprimere il proprio feedback in modo più creativo grazie alle oltre 800 emoji di Teams. Con le reazioni ampliate, gli utenti potranno comunicare facilmente il loro stato con reazioni come "revisionato" o "in attesa". Le reazioni ampliate saranno disponibili in generale a novembre.
  • Risposte suggerite: Le risposte suggerite, attualmente disponibili per le chat individuali, appariranno anche nelle chat di gruppo. Le risposte suggerite utilizzano l'apprendimento automatico per generare le risposte più pertinenti alla conversazione di gruppo. Invece di digitare una risposta di routine ai messaggi in arrivo, gli utenti possono semplicemente fare clic su una delle tre risposte, rimanendo produttivi nel loro flusso di lavoro. Le risposte suggerite nelle chat di gruppo saranno disponibili a partire da ottobre.
  • Invio programmato: Come per ritardare la consegna dei messaggi di posta elettronica in Outlook, schedule send consente agli utenti di selezionare manualmente la data e l'ora futura in cui desiderano che venga consegnato un messaggio di chat. L'invio programmato è ora generalmente disponibile.
  • Eliminazione della chat: Utilizzando la funzionalità di cancellazione della chat, gli utenti potranno facilmente rimuoversi dalle conversazioni di chat individuali o di gruppo a cui non desiderano più partecipare, senza influire sugli altri partecipanti alla stessa conversazione. La funzione Elimina chat sarà disponibile in generale a novembre.
  • Con la menzione @tutti per le chat di gruppo, viene inviata un'unica notifica a tutti gli utenti di un gruppo, eliminando il fastidio di dover inserire uno per uno i nomi delle persone per notificare un intero gruppo. Questo garantisce ai mittenti che il loro messaggio venga inviato all'intero pubblico della chat e aiuta i destinatari a dare priorità ai messaggi in modo più efficiente. Mention @everyone arriverà in Teams entro la fine dell'anno.
  • La chat di Teams continua ad ampliare la sua serie di funzioni di produttività che utilizzano modelli di intelligenza artificiale per imparare dalle collaborazioni precedenti. La chat di Teams introdurrà le raccomandazioni di persone in stato zero, che suggeriranno le persone con cui avviare le conversazioni in chat in base alle collaborazioni precedenti. Le raccomandazioni di persone a stato zero arriveranno in Teams entro la fine dell'anno.

Per saperne di più su questo aggiornamento o per scaricare le risorse visive

6.1.6. Esperienza di canale migliorata in arrivo su Microsoft Teams

Microsoft sta migliorando il design dell'esperienza dei canali di Teams in modo che risulti familiare e moderno. L'esperienza dei canali sarà più intuitiva e coinvolgente, consentendo agli utenti di concentrarsi facilmente sugli argomenti e sulle conversazioni più importanti, pur rimanendo nel flusso del proprio lavoro.

Con la casella di composizione in cima alla pagina, le conversazioni saranno più facili da trovare, coinvolgere e recuperare. I post appuntati consentiranno a tutti di sapere facilmente cosa è importante nel canale. Come nella chat di Teams, gli utenti saranno in grado di aprire la conversazione, impegnarsi direttamente e tenerla sotto controllo, mentre si concentrano su altre aree del canale. Infine, un riquadro informativo semplificato migliorerà la produttività, permettendo a un nuovo membro di un team di fare rapidamente il salto di qualità e a tutti i membri di rimanere al passo con i tempi.

I canali saranno inoltre personalizzabili e l'intestazione del canale corrisponderà al marchio dell'organizzazione, rendendolo più personale e riflettendo il modo in cui i team collaborano.

Microsoft sta inoltre introducendo diversi tipi di post, che offrono agli utenti modi efficienti per coinvolgere ed essere più espressivi con il pubblico, come ad esempio gli annunci utilizzati per sottolineare una pietra miliare o un videoclip per riconoscere i risultati di un team.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

6.1.7. Riunioni di Microsoft Teams disponibili in modo nativo sui dispositivi di riunione Cisco certificati

Per la prima volta, le riunioni di Microsoft Teams saranno disponibili in modo nativo sui dispositivi di riunione Cisco certificati, consentendo ai clienti di configurare Teams come esperienza di riunione predefinita.

Inizialmente, sei dei dispositivi per riunioni più popolari di Cisco e tre periferiche saranno certificati per le riunioni Teams, e altri ne arriveranno. La prima ondata di dispositivi, la cui certificazione è prevista per l'inizio del 2023, comprenderà Cisco Board Pro da 55 e 75 pollici, Cisco Room Bar e Cisco Room Kit Pro, che coprono spazi da piccoli a grandi sale riunioni. La prima periferica, la Cisco Desk Camera 4K, è una webcam USB intelligente e sarà disponibile entro la fine di ottobre. Anche se l'esperienza utente predefinita su questi dispositivi sarà Microsoft Teams Rooms, i dispositivi continueranno a supportare la partecipazione alle riunioni WebEx.

Tutti i dispositivi Cisco certificati saranno gestibili nel nuovo portale di gestione Teams Rooms Pro. Cisco collegherà inoltre i dispositivi a Cisco Cloud Control Hub come valore aggiunto opzionale attraverso il quale Cisco fornirà le proprie esperienze di gestione dei dispositivi.

Per saperne di più su questo aggiornamento o per scaricare le risorse visive

6.1.8. Microsoft presenta la nuova applicazione Microsoft Places

Microsoft Places è una nuova applicazione per ottimizzare gli spazi per il lavoro ibrido. Mentre i responsabili delle decisioni aziendali prendono in considerazione la riprogettazione degli spazi di lavoro fisici per meglio adattarsi agli ambienti di lavoro ibridi, la tecnologia sarà necessaria per creare un ponte tra due mondi storicamente diversi: il lavoro di persona e quello a distanza. Microsoft Places utilizzerà l'intelligenza per ottimizzare il luogo in cui si svolge il lavoro ibrido: collegando gli spazi fisici e virtuali per aumentare le connessioni, il coinvolgimento e la produttività e fornendo un quadro olistico del lavoro ibrido che oggi manca.

L'applicazione Microsoft Places, in arrivo in anteprima, fornirà:

  • Un cruscotto che indica i giorni in cui le persone del team o della rete di collaborazione saranno in ufficio.
  • Una presenza che indichi la posizione fisica delle persone (in ufficio, in remoto o in mobilità).
  • La possibilità di vedere gli spazi di lavoro prenotati dagli altri utenti, in modo che qualcuno possa prenotarne uno nelle vicinanze.
  • Approfondimenti e indicazioni sul pendolarismo e sul tempo libero, oltre alla possibilità di programmare automaticamente i tempi di viaggio.
  • Guida alla navigazione e all'orientamento all'interno dell'ufficio.
  • Una prenotazione di sale conferenze e una tecnologia modernizzate per consentire a tutti di essere partecipanti di prima classe.
  • Approfondimenti e indicazioni sui sentimenti legati alle politiche ibride, in modo che i manager possano implementare le best practice.
  • Approfondimenti e indicazioni sull'utilizzo degli spazi, in modo che i leader possano rendere gli spazi a prova di futuro e aggiungere flessibilità al loro portafoglio immobiliare.

Per saperne di più su questo aggiornamento o per scaricare le risorse visive

6.1.9. L'ecosistema Microsoft Teams cresce con le app di collaborazione di clienti e partner

I migliori fornitori di software indipendenti (ISV) continuano a creare applicazioni collaborative per Teams. Le recenti aggiunte all'App Store di Microsoft Teams includono:

  • 3M, la cui Post-It® App in Teams consente agli utenti di digitalizzare le note scritte a mano, è ora disponibile nell'App Store di Teams. L'applicazione supporta i modi in cui le persone amano collaborare, dalle note digitali digitate a quelle analogiche scritte, durante e dopo una riunione per consentire la collaborazione asincrona. Con l'app, le note Post-It® scritte o disegnate a mano possono essere tradotte senza problemi su una lavagna digitale utilizzando la fotocamera di un laptop o di un telefono. Grazie all'apprendimento automatico, l'app fa emergere i documenti rilevanti, raggruppa automaticamente i contenuti e include le note pertinenti, il tutto all'interno dell'esperienza di riunione di Teams.
  • SAP sfrutta i componenti Microsoft Loop basati su Adaptive Card per consentire un'esperienza ERP collaborativa. Gli utenti possono interagire con i processi e gli oggetti aziendali più importanti e utilizzare i dati SAP in modo sicuro dall'interno dei sistemi SAP, a partire da SAP S/4 HANA Cloud o da Teams e Outlook. Ciò consente alle persone di non perdere alcun contesto e di collaborare da qualsiasi parte - SAP o Microsoft - e di accelerare il processo decisionale nelle organizzazioni degli utenti. Questa nuova funzione è disponibile per i clienti SAP S/4HANA attraverso il programma early adopter di SAP.
  • iHeartRadio, la prima app musicale di Teams, consente agli utenti di ascoltare la musica mentre lavorano e di condividere le stazioni preferite con i colleghi.

Tra gli altri partner ISV che offrono innovazione per le loro applicazioni Teams ci sono Workday, Workplace by Meta, Zendesk, SurveyMonkey, Thrive Global, ServiceNow, Priority Matrix e Zoho.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

6.1.10. Aggiornamenti alla piattaforma Teams per gli sviluppatori

Gli aggiornamenti della piattaforma Teams per gli sviluppatori includono:

Teams Live Share SDK: Teams Live Share SDK, che consentirà agli sviluppatori di trasformare qualsiasi app, se condivisa in una riunione di Teams, in un'esperienza collaborativa multiutente in tempo reale. Ora in anteprima, le caratteristiche di Teams Live Share SDK includono:

  • L'aggiunta di strumenti Canvas che consentiranno ai partecipanti di segnare le riunioni in tempo reale con penne, pennarelli ed evidenziatori virtuali.
  • La possibilità per gli sviluppatori di inviare e pubblicare le loro app abilitate a Teams Live Share in tutto il mondo.

Estensione delle app di Teams a Outlook e Office: Utilizzando l'SDK Teams 2.0 JS, annunciato al Microsoft Build 2022, gli sviluppatori possono ora creare applicazioni di produzione che estendono le pagine di Teams e le estensioni dei messaggi a Teams, Outlook e Office utilizzando un'unica app e un unico modello di distribuzione. Queste app possono essere eseguite sulle versioni Win32 e web di Microsoft 365, con un'anteprima della disponibilità delle app sui dispositivi Android.

Teams Toolkit in Visual Studio: Microsoft Teams Toolkit fa ora parte di Visual Studio, l'ambiente di sviluppo integrato (IDE) di punta di Microsoft. Gli sviluppatori possono ora utilizzare Visual Studio per creare applicazioni ricche e collaborative che funzionano in Teams e possono anche estendere le esperienze delle app Teams in Outlook e Office.com.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

6.2. Microsoft Viva

6.2.1. Aggiornamenti di Microsoft Viva Insights

Le nuove funzionalità di Microsoft Viva Insights aiutano i dipendenti, i manager e i leader a migliorare la produttività e il benessere personale, di gruppo e organizzativo.

Gli aggiornamenti, ora generalmente disponibili, comprendono:

  • I sondaggi sull'efficacia delle riunioni, visualizzati al termine di alcune riunioni di Teams con cinque o più partecipanti, consentono ai partecipanti di fornire facilmente un feedback sulla riunione. Gli organizzatori di riunioni con abbonamento a Viva Insights possono vedere i risultati aggregati nell'app Viva Insights in Teams, insieme a raccomandazioni supportate da ricerche per promuovere abitudini di riunione efficaci.
  • I suggerimenti di invio programmato di Viva Insights vengono visualizzati automaticamente in una chat di Teams quando un utente compone una chat 1:1 al di fuori dell'orario di lavoro del destinatario, per ridurre al minimo le interruzioni legate al lavoro durante il tempo libero. Con un solo clic, l'utente può programmare l'invio del messaggio di chat all'inizio dell'orario di lavoro del destinatario.
  • La nuova esperienza della modalità Focus aiuta le persone a progredire su progetti importanti durante il loro tempo di concentrazione, suddividendolo in brevi raffiche di produttività seguite da brevi pause. All'inizio del tempo di concentrazione programmato, gli utenti con abbonamento a Viva Insights riceveranno una notifica Teams per entrare in modalità Focus, con la possibilità di impostare dei timer in modo da poter lavorare su un'attività per un intervallo di tempo specifico, con pause pianificate in mezzo. La modalità Focus offrirà anche la possibilità di fare clic su una serie di esercizi di mindfulness curati da Headspace per ripristinare gli intervalli di concentrazione.
  • Le impostazioni dell'ora di silenzio consentono agli utenti o agli amministratori IT di impostare l'ora di silenzio per silenziare le notifiche mobili di Outlook e Teams al di fuori dell'orario di lavoro. Gli utenti possono regolare le impostazioni dell'ora di silenzio in qualsiasi momento nell'app Viva Insights o in Outlook mobile o Teams mobile. Gli amministratori IT possono anche creare criteri a livello di organizzazione per disattivare le notifiche dopo l'orario di lavoro e limitare l'uso delle app di lavoro al di fuori dell'orario di lavoro.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

6.2.2. Nuove funzionalità in arrivo per Microsoft Viva Learning

Diverse nuove funzionalità, ora in anteprima privata in Microsoft Viva Learning, includono:

  • Percorsi di apprendimento che consentiranno agli amministratori e ai manager della conoscenza di creare gruppi sequenziali di corsi di formazione e altre risorse di apprendimento e di renderli disponibili ai dipendenti della loro organizzazione come percorsi di apprendimento che possono essere scoperti, consigliati e condivisi all'interno di Viva Learning. Un percorso di apprendimento può essere creato essenzialmente su qualsiasi argomento, ad esempio su come allestire un espositore in negozio per i dipendenti del settore retail.
  • Le raccolte di apprendimento che consentono ai singoli utenti di creare raccolte personali di contenuti didattici in linea con i loro interessi o obiettivi di apprendimento. Chiunque può creare una raccolta di contenuti didattici e mantenerla privata o renderla accessibile in Viva Learning.
  • Permessi che consentiranno agli amministratori e ai knowledge manager di configurare l'accesso ai contenuti e alle risorse di apprendimento all'interno dell'organizzazione, assicurando che gli utenti vedano solo i contenuti che hanno accesso a consumare.

Anche l'apprendimento Viva è ora più facile da scoprire, grazie alla possibilità di visualizzare l'apprendimento assegnato direttamente dalla dashboard di Viva Connections e nell'e-mail giornaliera di Viva.

Le nuove funzionalità dell'applicazione mobile Viva Learning includono:

  • Una nuova pagina iniziale, ora in anteprima privata, consentirà di visualizzare facilmente le formazioni obbligatorie e le esperienze di apprendimento personalizzate per gli utenti.
  • Notifiche per le formazioni assegnate e consigliate.
  • La possibilità di completare i corsi di apprendimento in movimento all'interno dell'app.
  • La possibilità di cercare e filtrare tra i cataloghi di fornitori di apprendimento connessi.

Inoltre, Viva Learning offre ora un'integrazione più profonda con SAP SuccessFactors, tra cui il single sign on (SSO), che consente agli utenti di accedere ai contenuti ospitati da SAP SuccessFactors senza bisogno di registrarsi; la riproduzione in-app, che consente agli utenti di consumare i contenuti ospitati da SAP SuccessFactors direttamente all'interno dell'app Viva Learning; l'ereditarietà dei permessi, che consente a Viva Learning di leggere i permessi degli utenti da SAP SuccessFactors e di applicare gli stessi permessi di accesso all'interno di Viva Learning; e l'ereditarietà dei percorsi di apprendimento, che consente di visualizzare i percorsi di apprendimento configurati su SAP SuccessFactors all'interno di Viva Learning.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

6.2.3. La funzione Viva Engage Storyline è ora generalmente disponibile

Microsoft Viva Engage offre alle organizzazioni la possibilità di creare connessioni sociali tra leader e dipendenti e all'interno di comunità di interesse all'interno dell'azienda.

Ora chiunque all'interno dell'azienda può creare post ricchi che includono link, file, foto e video, per condividere aggiornamenti e prospettive con gli altri membri dell'organizzazione. Questi post appaiono nella Storyline di un utente, che può visualizzarli in Viva Engage, Outlook e nel feed Viva Connections di Microsoft Teams. Storyline è ora generalmente disponibile.

Le Storie, attualmente in anteprima, offriranno un modo ancora più ricco di condividere su Storyline, consentendo agli utenti di creare brevi video o raccolte di foto in un'esperienza familiare. Storyline e Stories contribuiscono a rafforzare i legami personali tra colleghi e team in un periodo in cui i team lavorano spesso in luoghi e fusi orari diversi.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

6.2.4. Nuove integrazioni di primo e terzo livello in arrivo per Viva Goals

Microsoft ha recentemente lanciato Microsoft Viva Goals per aiutare le organizzazioni ad allineare il lavoro dei dipendenti ai risultati aziendali. In questo modo le organizzazioni possono assicurarsi che i loro dipendenti lavorino sulle priorità più importanti che avranno il maggiore impatto. E, allo stesso tempo, i dipendenti capiscono in che modo il loro lavoro fa la differenza.

Le nuove integrazioni di terze parti per Microsoft Viva Goals portano finalità, obiettivi e risultati chiave (OKR) nel flusso di lavoro. Le nuove integrazioni con Slack e Google Sheets sono disponibili da oggi, mentre altre integrazioni per Jira on-premises sono in arrivo.

Grazie all'integrazione con Slack, gli utenti possono ricevere notifiche, promemoria e condurre check-in OKR direttamente da Slack. L'integrazione dei dati di Google Sheets consente agli utenti di sincronizzare i check-in dei risultati chiave con le celle di Google Sheets per avere aggiornamenti in tempo reale sui progressi dell'utente. Le integrazioni con Jira on-premises per Jira Software Server e Jira Data Center consentiranno di tenere automaticamente traccia di tutti gli aggiornamenti delle storie, dei progetti o dei ticket degli utenti Jira nei progressi degli OKR in Viva Goals.

Stiamo inoltre rilasciando nuove integrazioni per gli strumenti Microsoft di prima parte. Tra queste, un'integrazione migliorata con Microsoft Teams per le notifiche delle attività OKR e la guida personalizzata OKR e nuove integrazioni con Azure DevOps, Azure Data Explorer, Power BI, Dynamics 365, Microsoft Planner e Microsoft Project.

Per saperne di più su questo aggiornamento. 

6.2.5. Nuovi modi per scoprire i contenuti di Viva Topics in Microsoft 365

Microsoft Viva Topics applica l'intelligenza per organizzare automaticamente i contenuti tra i vari sistemi e identificare gli esperti all'interno dell'organizzazione per fornire conoscenze just-in-time nelle app che le persone utilizzano ogni giorno. Le nuove funzionalità di Viva Topics, ora in anteprima, e i nuovi modi di scoprire le conoscenze in Microsoft 365 includono:

  • Viva Topics sfrutterà Context IQ per consentire alle persone di visualizzare le informazioni in modo intelligente e rapido dall'interno della propria organizzazione durante la creazione di file Word, Excel e PowerPoint.
  • Microsoft Syntex Connectors per integrare Viva Topics con servizi di terze parti come ServiceNow e EdCast.
  • Le schede degli argomenti di Viva verranno visualizzate nell'applicazione Outlook per Windows e nella dashboard di Viva Connections, rendendo più facile l'accesso e la consultazione degli argomenti di Viva.
  • Viva Topics troverà le persone rilevanti , instraderà le domande e le risposte e automatizzerà le risposte insieme a Viva Engage.
  • I creatori di argomenti vedranno l'impatto crescente degli argomenti che hanno creato attraverso icone badge con il numero di visualizzazioni.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

6.3. Microsoft 365

6.3.1. Microsoft Outlook per Mac ora supporta i profili focalizzati

Microsoft Outlook per Mac annuncia il supporto per i profili focalizzati e i filtri di messa a fuoco di Apple. Il profilo focalizzato fornirà un'esperienza priva di distrazioni consentendo di configurare impostazioni specifiche per un profilo di account all'interno di Outlook per supportare meglio il lavoro ibrido. Questi profili comprenderanno gli account associati, le notifiche associate a questi account, i temi e l'aspetto.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

6.3.2. Nuove funzionalità in arrivo per Microsoft Project e Microsoft Planner

Le nuove funzionalità in arrivo in Microsoft Project, in particolare Project for the web e Microsoft Planner, consentiranno ai team di tenere traccia degli obiettivi del progetto, di conservare le attività in un unico posto, di gestire i progetti in modo agile, di bilanciare i carichi di lavoro del team, di vedere le modifiche apportate a un'attività, di gestire meglio le relazioni tra le attività e di scalare il numero di attività in un piano di progetto. Queste nuove funzionalità includono:

  • La perfetta connessione di Planner e Project a Viva Goals consentirà agli utenti di allineare il proprio lavoro agli obiettivi e ai risultati chiave (OKR) dell'organizzazione, fornendo al contempo visibilità agli stakeholder sui progressi complessivi. Inoltre, i team potranno impostare obiettivi in Project e monitorare i progressi del proprio team a livello di progetto.
  • Gli utenti potranno rivedere le loro attività di progetto insieme a tutte le altre attività nell'elenco Assegnato a me, che è incluso nelle app Attività in Teams, Planner e ToDo.
  • Il progetto supporterà l'agilità consentendo agli utenti di pianificare, dare priorità e programmare il backlog di attività in blocchi temporali di Sprint.
  • La nuova vista Persone in Project darà ai manager una rapida visibilità sull'allocazione del lavoro all'interno del team e consentirà una facile riassegnazione dei compiti per bilanciare il carico di lavoro.
  • La cronologia delle attività in Project darà ai team una maggiore visibilità delle modifiche che hanno un impatto sui loro progetti.
  • Le dipendenze avanzate in Project consentono di gestire meglio le relazioni tra le attività, aggiungendo le funzioni di inizio-fine, inizio-inizio, fine-fine, vantaggio e ritardo.
  • I limiti di attività in Project for the web saranno ampliati a 1.000.

Viva Goals, Goals in Project, Assigned to Me, Task history, Advanced dependencies e Task limits saranno disponibili nei primi mesi del 2023. Gli sprint e la vista Persone saranno generalmente disponibili entro la fine dell'anno.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

6.3.3. Microsoft aggiorna Outlook con nuovi strumenti per il lavoro ibrido

Outlook sta aggiungendo nuove funzioni per aiutare le persone a rimanere connesse e organizzate in ambienti di lavoro ibridi.

La nuova funzione Orari di lavoro e sede consentirà agli utenti di organizzare la propria settimana per far sapere ai compagni di squadra in quali orari saranno disponibili e dove lavoreranno, in modo da poter pianificare meglio le riunioni. Inoltre, se si verifica un cambiamento improvviso durante la giornata, gli utenti hanno la flessibilità di cambiare facilmente la loro posizione solo per quel giorno da Microsoft Teams, Outlook desktop o Teams mobile senza impattare sul resto della settimana.

Meeting recap, ora disponibile in Outlook, consente ai dipendenti di trovare facilmente informazioni su una riunione e di accedere alla registrazione direttamente dall'evento del calendario.

Per soddisfare le esigenze di persone con diversi fusi orari e per rispettare l'orario di lavoro e le ferie dei dipendenti, Outlook e Teams stanno aggiungendo la possibilità di programmare l'invio di un messaggio a un'ora e a una data successive. Outlook aggiungerà le reazioni ai messaggi alla piattaforma di posta elettronica, in modo che i dipendenti possano riconoscere e reagire alle e-mail aziendali nello stesso modo in cui possono reagire ai messaggi su Teams o sulle piattaforme sociali.

Editor, sfruttando Context IQ, consente alle e-mail di far emergere persone e file rilevanti in Outlook sul web. Utilizzando semplicemente le @menzioni, l'Editor che utilizza Context IQ fa emergere persone e file rilevanti in base al contesto digitato in un'e-mail. Context IQ è una nuova serie di funzionalità di Microsoft che connette in modo intelligente le persone con le informazioni di cui hanno bisogno, dove e quando ne hanno bisogno. Funziona in background per collegare i contenuti tra le diverse applicazioni di Microsoft 365.

Queste funzionalità saranno generalmente disponibili entro la fine dell'anno.

Per saperne di più su questo aggiornamento o scaricare le risorse visive.

6.3.4. Le nuove funzionalità rendono più facile la creazione e la visualizzazione di contenuti video in Microsoft 365

Dalle registrazioni delle riunioni alle comunicazioni aziendali e ai video di istruzioni per l'uso, i contenuti video in Microsoft 365 sono un modo sempre più diffuso per mantenere i team ibridi e remoti connessi, informati e allineati. Microsoft Stream, basato su SharePoint, consente di lavorare e condividere i video con la stessa facilità dei documenti. Inoltre, gli amministratori IT possono controllare i criteri di conformità, la conservazione e le autorizzazioni per le registrazioni di video e riunioni, proprio come fanno per gli altri file di Microsoft 365.

La registrazione dello schermo e della webcam in Stream è stata migliorata, con nuove opzioni tra cui sfocatura dello sfondo, inchiostrazione, testo ed effetti. Inoltre, le registrazioni delle riunioni di Teams sono ora disponibili nell'app mobile Stream. Stream offrirà anche nuove funzionalità di riproduzione delle registrazioni delle riunioni, tra cui:

  • Marcatori della timeline personalizzati che solo l'utente può vedere. Questi marcatori mostrano il punto in cui l'utente si è unito o ha lasciato la riunione, o quando è stato menzionato il suo nome.
  • Capitoli generati automaticamente che permettono all'utente di saltare ai momenti più importanti.
  • Ricerca intelligente che visualizza suggerimenti personalizzati per parole chiave e altoparlanti per arrivare rapidamente a un punto specifico della registrazione.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

6.3.5. Introduzione a Microsoft Syntex

Microsoft presenta Microsoft Syntex, una nuova serie di applicazioni e servizi per i contenuti che utilizzano l'intelligenza artificiale per indicizzare e organizzare grandi quantità di contenuti non strutturati in modo che possano essere facilmente ricercati e analizzati. Syntex può anche automatizzare i flussi di lavoro basati sui contenuti, come l'elaborazione dei contratti e la firma elettronica. Integra le funzionalità di Microsoft Search per facilitare la navigazione e la scoperta dei contenuti. Gli utenti possono utilizzare il visualizzatore avanzato per aggiungere annotazioni e riduzioni sicure a qualsiasi file, nonché creare nuovi contenuti, singolarmente o su scala, e integrare Syntex eSignature nei processi aziendali.

Altre caratteristiche di Syntex includono:

  • Gestione e protezione dei contenuti lungo l'intero ciclo di vita, con backup, archiviazione, analisi e gestione avanzata per contribuire alla distribuzione dei contenuti all'organizzazione e oltre.
  • Integrazioni di app aziendali per portare i contenuti di Microsoft 365 nei sistemi line-of-business come Dynamics 365.
  • Contenitori che consentono agli sviluppatori di archiviare contenuti critici in un contenitore gestito con capacità estesa e flessibilità di licenza. La funzione Content Lake consente agli utenti di portare enormi set di dati in Azure Synapse per ulteriori analisi e modellazione dei dati.
  • Acceleratori di scenario come la gestione dei contratti e la contabilità fornitori.

Le funzioni di Syntex stanno iniziando ad essere implementate ora e continueranno ad essere implementate fino all'inizio del 2023.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

6.3.6. Microsoft Editor porta nuove funzionalità AI in Microsoft 365

L'editor di Microsoft continua a portare funzionalità intelligenti avanzate nelle esperienze di Microsoft 365, tra cui queste funzioni in anteprima:

  • Il suggerimento del tono aiuterà gli utenti a prendere decisioni ponderate sul modo in cui un messaggio viene trasmesso nelle e-mail, nelle chat e nei documenti.
  • Il riassunto in Microsoft Editor utilizzerà l'intelligenza per creare, con un semplice clic, un breve e scorrevole riassunto di un documento di testo più lungo, che aiuterà i lettori a consumare più velocemente le informazioni rilevanti.
  • Concisione in Word per il web utilizzerà l'intelligenza per identificare le frasi prolisse o ripetitive e consiglierà una versione alternativa della frase per renderla più chiara e concisa.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

6.3.7. Inizia il roll-out dell'editor Microsoft che utilizza l'anteprima di Context IQ

Con Microsoft Editor che utilizza Context IQ, gli utenti ricevono suggerimenti contestuali durante la digitazione. Durante la composizione di un messaggio in Outlook sul Web o la scrittura in Word per il Web, gli utenti possono digitare il tasto "@" per richiamare Editor sfruttando Context IQ. Gli utenti troveranno un elenco di elementi (persone, file, ecc.) in base al contesto del testo del messaggio.

Continuando a digitare, Microsoft 365 cercherà i contenuti pertinenti. Selezionando un elemento con il cursore o premendo "Invio", questo verrà inserito nel messaggio. I risultati mostrati in questo elenco derivano dal contesto del messaggio corrente, da ciò che viene digitato, da chi è coinvolto e da altre variabili che utilizzano l'intelligenza. L'anteprima dell'Editor che utilizza Context IQ è in fase di lancio e sarà generalmente disponibile nei prossimi mesi.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

6.3.8. La barra degli strumenti personale può popolare in modo intelligente i comandi personalizzati

La barra degli strumenti personale, ora in anteprima, è una nuova funzione di Word, Excel e PowerPoint che utilizzerà un'intelligenza basata sui comandi più utilizzati per fornire un'esperienza semplice ma potente, personalizzata per l'utente. Con la barra degli strumenti personale, gli utenti risparmieranno tempo avendo a disposizione i comandi utilizzati più di frequente e accessibili quando necessario, eliminando la necessità di cercare e fare clic tra le schede.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

6.3.9. L'applicazione Microsoft Loop in anteprima privata

L'applicazione Microsoft Loop, in anteprima privata, aiuterà i team a pensare, pianificare e creare insieme. I clienti possono utilizzare l'app Loop per lavorare su progetti in modo collaborativo. L'app Loop è dotata di spazi di lavoro, pagine e componenti che si sincronizzano con Microsoft 365. Microsoft lavorerà con i clienti in anteprima privata per incorporare il loro feedback mentre continua a sviluppare l'app.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

6.3.10. Aggiornamenti dei componenti di Microsoft Loop

I componenti Microsoft Loop sono pezzi di contenuto che consentono agli utenti di collaborare nel flusso di lavoro, nelle chat e nelle riunioni di Microsoft Teams, nelle e-mail o nei documenti. Microsoft sta espandendo i componenti Loop in altri luoghi di Microsoft 365 e sta introducendo altri tipi di componenti per garantire che gli utenti possano creare e lavorare insieme:

  • L'inserimento di un sondaggio, di una lista di controllo o di un elenco di attività in un documento Word per il Web nel menu Inserisci o con l'Editor utilizzando Context IQ. Gli utenti dovranno semplicemente digitare il segno "@" e, in base al contesto di ciò che è stato digitato, l'Editor, sfruttando Context IQ, visualizzerà il contenuto più pertinente, come l'inserimento di un sondaggio, di una lista di controllo o di un tipo di componente di un elenco di attività. Questo aggiornamento sarà disponibile in anteprima privata entro la fine dell'anno.
  • Copiare un componente Loop esistente e incollarlo in Whiteboard in Teams, web e desktop. Come tutti i componenti Loop, le modifiche apportate a un componente Loop in Whiteboard si sincronizzeranno in tutti i luoghi in cui il componente è presente. Questo aggiornamento sarà generalmente disponibile entro la fine dell'anno.
  • Il tipo di componente Sondaggi alimentato da Microsoft Forms consentirà agli utenti di creare sondaggi, quiz e nuvole di parole che rimarranno sincronizzati tra Outlook sul Web e Word per il Web. Questo aggiornamento sarà disponibile in anteprima privata entro la fine dell'anno.
  • Q&A, un nuovo tipo di componente Loop che consentirà agli utenti di raccogliere le risposte alle domande in tempo reale. Q&A è in anteprima in Outlook sul web e sarà disponibile in generale a novembre.

La nuova sicurezza per i componenti Loop includerà:

  • Etichette di sensibilità che consentono agli utenti di assegnare un livello di sicurezza ai propri componenti Loop per garantire che le informazioni sensibili non vengano gestite in modo improprio. Ad esempio, quando si crea un componente Loop, si può cambiare l'etichetta da "Generale" a "Riservato" per criptare il componente, limitare l'accesso o sensibilizzare l'utente sulla gestione dei dati sensibili. Gli amministratori hanno anche la possibilità di includere una filigrana sulle diverse etichette, rendendo ancora più chiaro il livello di sicurezza.
  • La prevenzione della perdita di dati (DLP) per i componenti Loop è simile alla DLP nelle applicazioni, come Word, Excel e PowerPoint, dove gli amministratori potranno impostare contenuti e parole chiave per attivare automaticamente un banner sui componenti Loop. Questi banner sensibilizzano sui dati potenzialmente sensibili presenti in un componente.

Entrambe le etichette di sensibilità e i componenti di Data Loss Prevention for Loop saranno generalmente disponibili nella chat di Teams entro la fine dell'anno.

Per saperne di più su questo aggiornamento. 

6.3.11. Presentazione della nuova applicazione Microsoft 365

Microsoft sta introducendo una nuova app Microsoft 365 per web, Windows e mobile, la casa degli strumenti e dei contenuti preferiti di Microsoft 365 per gli utenti commerciali e consumer.

L'applicazione, che è un'evoluzione del lavoro iniziato con l'applicazione Office, mostra il valore di Microsoft 365, tutto in un unico luogo. Non solo rende semplice iniziare, ma sfrutta anche l'intelligenza generata dalla soluzione Microsoft 365 in modo da semplificare il lavoro.

Come per l'app di Office, la nuova app di Microsoft 365 offrirà esperienze innovative per:

  • È possibile creare nuovi documenti da un'ampia gamma di applicazioni o utilizzare modelli predefiniti, compresi quelli con il marchio dell'organizzazione.
  • Accesso ai file e ai contenuti creati e condivisi dall'utente, indipendentemente da dove sono archiviati.
  • Scoprite, lanciate e appuntate tutte le app e gli strumenti.
  • Ottenere raccomandazioni sul lavoro che probabilmente richiede attenzione in base alle riunioni, ai compiti assegnati e all'attività dei documenti.
  • Eseguite le più comuni azioni rapide sui contenuti senza passare a un'altra app.

Ci sono anche diverse nuove funzionalità che miglioreranno l'esperienza, tra cui:

  • Feed: Un nuovo modo di tenere il passo con il lavoro, mostrando i file condivisi dalle persone con cui gli utenti lavorano e i contenuti di tendenza in un formato di schede di dimensioni ridotte.
  • Modulo applicazioni: Un'interfaccia riprogettata per accedere a qualsiasi app di Microsoft 365 e alle relative app di terze parti. Il modulo applicazioni è ora disponibile anche su mobile per la prima volta.
  • Tagging: Un modo nuovo e intuitivo per gli utenti di organizzare il proprio lavoro indipendentemente dalla posizione dei file.

L'applicazione Microsoft 365 sarà disponibile a partire dal mese prossimo.

Per saperne di più su questo aggiornamento o per scaricare le risorse visive

6.3.12. Microsoft Graph Data Connect consente agli sviluppatori di accedere ai dati di Microsoft 365 in Azure Synapse Analytics.

Gli sviluppatori e gli ingegneri dei dati possono ottenere un accesso completo a decenni di dati Microsoft 365 non sfruttati della loro organizzazione, pronti per l'analisi aziendale. Gli utenti otterranno estratti di dati Microsoft 365 rilevanti in modo più rapido che mai grazie alla nuova esperienza con un solo clic in Azure Synapse Analytics, che includerà:

  • Modelli Synapse: All'interno di Synapse Analytics, gli sviluppatori possono collegarsi a una moltitudine di fonti di dati per analisi avanzate. Gli sviluppatori potranno collegarsi facilmente ai dati di Microsoft 365 grazie a un nuovo modello di pipeline. Il modello di pipeline semplificherà l'esperienza di configurazione, consentendo di impostare i flussi di dati di mappatura con un solo clic, risparmiando tempo e fatica.
  • Mapping Data Flows si baserà sulla funzionalità Copy Activity, migliorando il modo in cui i dati di Microsoft 365 vengono inseriti per l'analisi. I flussi di dati di mappatura puliranno, normalizzeranno e appiattiranno i dati in formato Parquet, che è molto più economico e veloce da elaborare con l'elaborazione dei big data.

Microsoft sta anche semplificando il processo per iniziare a utilizzare questi aggiornamenti:

  • Flusso ISV: i fornitori indipendenti di software (ISV) potranno sviluppare direttamente applicazioni di analisi sui dati dei loro clienti, previo consenso di questi ultimi. Un nuovo modello di fatturazione fatturerà direttamente agli ISV, anziché al cliente.
  • Nuova esperienza di approvazione e consenso: Gli amministratori di Microsoft 365 potranno concedere l'accesso ai dati di Microsoft 365 direttamente dall'admin center e controllare la disponibilità dei dati per i tenant.

Inoltre, gli sviluppatori potranno distribuire modelli di soluzione precostituiti di scenari analitici chiave, come le relazioni con i clienti, i processi aziendali, la sicurezza e la conformità. Tutti gli scenari sono open source ed estensibili e comprendono:

  • Modello di analisi della rete organizzativa: Questo nuovo modello utilizza dati aggregati e anonimizzati per visualizzare la connettività all'interno di un'organizzazione. La connettività di rete è fondamentale per aumentare la produttività, l'agilità, l'innovazione e il coinvolgimento dei dipendenti.
  • Modello di condivisione eccessiva delle informazioni di SharePoint: Consente ai clienti di capire meglio come i file di SharePoint vengono condivisi all'interno e all'esterno delle loro organizzazioni, di analizzare se i file sono contrassegnati con le giuste etichette di Microsoft Information Protection (MIP) e di creare confini di informazione per proteggere meglio i file e i documenti delle loro organizzazioni.

I seguenti aggiornamenti sono stati realizzati con sicurezza, governance e privacy degli utenti migliorate per proteggere i dati sensibili e ridurre l'esposizione al rischio, pronti per l'uso:

  • Crittografia end-to-end: Questo aggiungerà un ulteriore livello di sicurezza, per cui quando i dati si trovano in Azure vengono crittografati a riposo per impostazione predefinita. I malintenzionati non saranno in grado di leggere i dati sensibili anche se riusciranno ad accedervi. Questo aggiunge un ulteriore livello di sicurezza alle organizzazioni per proteggere i dati sensibili di Microsoft 365 dall'uso improprio.
  • Registrazione degli audit in Microsoft Compliance Center (MCC): Per governare meglio i dati, la registrazione di audit end-to-end in Microsoft Compliance Center (MCC) tiene traccia di come un'applicazione utilizza i dati sensibili di Microsoft 365. Gli amministratori di Microsoft 365 possono sapere come vengono utilizzati i loro dati e imporne l'uso corretto, riducendo così il rischio di perdita di dati.
  • Offuscamento dell'identità dell'utente migliorato: Per impostazione predefinita, gli analisti di dati e le terze parti che sviluppano sulla base dei dati di Microsoft 365 non saranno in grado di collegare i dati a un individuo specifico all'interno dell'organizzazione, preservando la privacy degli utenti e consentendo alle organizzazioni di eseguire le analisi dei processi aziendali e la reportistica sulla base di dati offuscati.

Questi aggiornamenti sono in arrivo in anteprima.

Per saperne di più su questo aggiornamento. 

Due persone lavorano insieme su un grande schermo di computer

7. Piattaforma di alimentazione 7.1. Piattaforma di alimentazione

7.1.1. Power Automate introduce un nuovo modo di automatizzare utilizzando il linguaggio naturale e l'AI

Un nuovo modo di Power Automate per accelerare l'automazione utilizzando il linguaggio naturale consentirà agli utenti di descrivere ciò che desiderano automatizzare e l'intelligenza artificiale creerà il flusso in pochi secondi senza ricerche o congetture. Una volta selezionato un flusso suggerito, l'utente imposterà i connettori appropriati e lo finalizzerà all'interno del flow designer. Nella pagina di creazione di Power Automate, una nuova opzione consentirà agli utenti di creare un flusso cloud semplicemente descrivendo il flusso, selezionando i connettori e finalizzando l'automazione. Questa funzione è ora in anteprima.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

7.1.2. Innovazioni di Power Automate per il coinvolgimento degli utenti e l'implementazione dell'automazione dei processi robotici

Power Automate sta introducendo nuovi modi in cui un'organizzazione può utilizzare il suo servizio e implementare l'automazione robotica dei processi (RPA) nella propria azienda. I creatori e i centri di eccellenza per l'automazione (CoE) potranno beneficiare di queste ultime innovazioni, tra cui:

  • Un kit di avvio del CoE di automazione per aiutare le aziende a stabilire questa pratica con maggiore facilità. Insieme a questo, Microsoft sta lanciando un nuovo kit per le approvazioni aziendali. Entrambi gli aggiornamenti sono generalmente disponibili.
  • Power Automate expressions by example è un nuovo metodo per generare espressioni durante la creazione di flussi cloud, in particolare quando si tratta di rimodellare i dati. Gli utenti potranno fornire un esempio di come vogliono che i loro dati vengano restituiti a un flusso e le espressioni suggerite verranno generate utilizzando l'intelligenza artificiale per applicare l'espressione suggerita al loro flusso cloud. Questo aggiornamento è in anteprima.
  • L'integrazione nativa di Power Automate in Excel consentirà agli utenti di accedere al menu Automate e ai modelli specifici di Excel per l'automazione, mantenendo il lavoro all'interno dello stesso menu di Excel. Questo aggiornamento è in anteprima.

Per saperne di più su questo aggiornamento. 

7.1.3. Ottimizzazione dei flussi di lavoro e dell'elaborazione dei documenti con AI Builder

Microsoft Intelligent Document Processing, basato su AI Builder e Power Automate, consente l'elaborazione dei documenti end-to-end senza necessità di codifica. L'elaborazione dei documenti, dalle fatture agli estratti conto, può essere un compito gravoso, soprattutto se svolto manualmente. L'automazione di questo processo con la potenza di AI Builder riduce i tempi, aumenta l'accuratezza dei dati estratti e consente agli utenti di concentrarsi su flussi di lavoro più importanti.

Gli aggiornamenti delle funzioni includono:

  • Feedback Loop, in anteprima, darà agli utenti la possibilità di migliorare continuamente la qualità dei risultati dei modelli AI. Gli elementi di revisione vengono inviati all'utente per essere convalidati e, se è necessaria una riqualificazione, vengono inviati attraverso una coda di feedback loop. Gli utenti possono prendere i documenti recensiti con bassa accuratezza e riqualificare il modello per migliorarne le prestazioni.
  • Unstructured Docs, ora generalmente disponibile, aggiunge un ulteriore tipo di documento che AI Builder può utilizzare per estrarre dati. Oltre ai documenti strutturati e semi-strutturati già supportati, sono ora supportati anche i tipi di documenti in forma libera (contratti, dichiarazioni di lavoro, lettere), aumentando l'applicabilità dei casi d'uso.
  • Il supporto linguistico aggiuntivo per il riconoscimento del testo ora supporta 164 lingue. Il riconoscimento del testo scritto a mano è ora disponibile in nove lingue, tra cui inglese, cinese (semplificato), tedesco, francese, italiano, giapponese, coreano, portoghese e spagnolo. Questa funzione è ora generalmente disponibile.
  • Multi-Table Extraction, ora generalmente disponibile, supporta documenti strutturati e non strutturati e può estrarre i dati da più di due pagine di documentazione che l'utente può etichettare. Una volta che l'utente etichetta la tabella sul primo documento, il modello elabora il documento pagina per pagina per identificare tutte le tabelle e i dati al suo interno.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

7.1.4. Power Platform Managed Environments offre funzionalità automatizzate di governance low-code e di sicurezza su scala.

Managed Environments for Power Platform è una raccolta di funzionalità che consentono agli amministratori IT di gestire gli ambienti Microsoft Power Platform e di governare le soluzioni low-code su scala con maggiore controllo, più visibilità e meno impegno. Managed Environments for Power Platform, annunciato a luglio in anteprima, è ora generalmente disponibile.

Le offerte di ambienti gestiti per Power Platform ora disponibili includono:

  • Weekly Digest fornisce notifiche proattive per fornire informazioni sulle applicazioni più e meno utilizzate negli ambienti low-code, consentendo agli amministratori di ripulire le risorse inutilizzate o di celebrare le applicazioni che vengono utilizzate in modo intensivo.
  • I controlli di limitazione della condivisione possono essere utilizzati per contenere l'espansione delle app e ridurre l'eccesso di condivisione, limitando chi può utilizzare le app in un ambiente Power Platform, eliminando la condivisione tra i gruppi di sicurezza e limitando il numero di utenti.
  • I criteri di protezione contro la perdita di dati (DLP) con scansione ambientale offrono agli amministratori di Power Platform la visibilità dei criteri DLP specifici per l'ambiente, per verificare se i criteri sono stati creati.
  • L'attivazione semplice dell'ambiente consente agli amministratori di Power Platform di attivare facilmente gli ambienti gestiti per Power Platform nel centro di amministrazione di Power Platform con pochi clic.

Per saperne di più su questo aggiornamento o per scaricare le risorse visive

7.1.5. Gli aggiornamenti di Microsoft Power Pages offrono uno studio di progettazione migliorato, nuovi modelli e un'ampia gamma di funzionalità.

Microsoft Power Pages è una piattaforma di sviluppo e hosting low-code ideale per la creazione di siti web incentrati sul business, sia per i creatori low-code che per gli sviluppatori professionisti. Power Pages, annunciato come prodotto stand-alone al Microsoft Build 2022, è ora generalmente disponibile. Gli aggiornamenti per Power Pages includono:

  • Design Studio aiuta i creatori a progettare moduli in più fasi in modo fluido e senza sforzo, senza codice, tutto all'interno di Design Studio . I creatori potranno anche aggiungere fogli di stile a cascata (CSS) personalizzati, visualizzare l'anteprima delle pagine del sito su schermi di diverse dimensioni e controllare quando le modifiche diventano effettive durante la pubblicazione dei siti.
  • Templates Hub consente 16 nuove opzioni di modelli. Invece di partire da zero, gli utenti possono facilmente personalizzare l'aspetto, modellare i dati ed estendere le funzionalità per risolvere casi d'uso comuni specifici del settore, tra cui i permessi di costruzione, le iscrizioni al doposcuola e la programmazione delle riunioni, ed estenderli agli scenari dei clienti e dei partner di Dynamics 365.
  • Learn Hub include ora una sezione di tutorial con video, documenti e risorse per guidare gli utenti attraverso le esperienze del sito.
  • Gli strumenti per sviluppatori professionisti sono stati aggiornati per consentire ai creatori di utilizzare il miglior Visual Studio (VS) Code Web per modificare il codice sorgente del contenuto della pagina (HTML e Liquid), gli stili della pagina (CSS) e gli script della pagina (JavaScript).
  • Gli aggiornamenti in materia di sicurezza e governance includono l'integrazione chiavi in mano con Azure Web Application Firewall, il supporto per le reti di distribuzione dei contenuti (CDN) con Azure Front Door, il supporto per i domini personalizzati e l'aggiunta del supporto per i nuovi tipi di dati Microsoft Dataverse per maker e sviluppatori professionisti.
  • Il modello di licenza semplifica il passaggio da accessi e visualizzazioni di pagina giornaliere a utenti mensili autenticati e anonimi. Power Pages sarà disponibile attraverso abbonamenti prepagati, basati sulla capacità, e contatori pay-as-you-go.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

7.1.6. Gli aggiornamenti di Power BI consentono l'analisi self-service dei dati, aggiungono la connettività a OneDrive e SharePoint

Gli aggiornamenti di Power BI, ora in anteprima, consentiranno alle organizzazioni di scalare le analisi self-service eliminando ulteriormente gli attriti per l'implementazione, la creazione e la condivisione e includendo:

  • Power BI nel programma di installazione di Office: Power BI verrà installato automaticamente per gli utenti di Office, riducendo la necessità di implementazione manuale da parte del reparto IT. I clienti che dispongono di Office o Microsoft 365 E5 in cui Power BI è incluso, risparmieranno tempo e potranno scalare Power BI più rapidamente.
  • Visualizzazione e modifica dei report Power BI direttamente da OneDrive e SharePoint: Gli utenti potranno visualizzare e modificare i report di Power BI da OneDrive e SharePoint senza dover scaricare Power BI Desktop. Questa funzione renderà più semplice per gli utenti l'anteprima e la collaborazione sui report dai loro file OneDrive o SharePoint.
  • Condivisione di set di dati B2B e scopribilità dei report: La funzione di scopribilità business-to-business (B2B) fornirà un'esperienza all'interno del proprio tenant per aiutare gli utenti a scoprire tutti i contenuti condivisi con loro da utenti esterni. La funzione di condivisione dei dataset consente agli utenti B2B di scoprire, connettersi e lavorare con i dataset nel proprio tenant. Grazie a questa funzionalità, gli utenti B2B potranno creare nuovi report e modelli di dati all'interno del loro home tenant utilizzando i dataset condivisi.
  • Supporto per la creazione di rapporti su grandi insiemi di dati: Lavorare con set di dati molto grandi può tradizionalmente rappresentare una sfida in termini di tempo di risposta in modalità DirectQuery. I miglioramenti introdurranno un'impostazione di ottimizzazione nella barra multifunzione di Power BI Desktop che consentirà di accedere facilmente alla configurazione delle impostazioni, migliorando i tempi di risposta.
  • Migrazione più semplice a Power BI Premium: I clienti che utilizzano Azure Analysis Service saranno in grado di migrare a Power BI Premium con un impegno minore, conservando al tempo stesso l'intero set di funzionalità da cui dipendono, con un percorso di migrazione più conveniente.
  • Report e set di dati Power BI in una soluzione Power App: Le soluzioni Power Apps sono uno strumento di Microsoft Power Platform che consente agli utenti di distribuire applicazioni realizzate con Power Apps, Power Automate, Microsoft Dataverse e altri servizi di Power Platform. Finora Power Platform non supportava i contenuti sviluppati in Power BI. Con il rilascio di questa funzione, i report e i dataset di Power BI saranno inclusi come parte di una soluzione Power Platform per l'importazione, l'esportazione e la personalizzazione.

Per saperne di più su questo aggiornamento o scaricare le risorse visive.

7.1.7. Gli aggiornamenti di Power Apps consentono la collaborazione, lo sviluppo di fusioni e le micro-app.

Gli aggiornamenti per Power Apps, ora in anteprima, sono progettati per consentire la collaborazione e includono:

Co-authoring nel moderno app designer: Il co-authoring si baserà sui commenti, consentendo agli sviluppatori di qualsiasi provenienza di modificare simultaneamente le app in tempo reale, utilizzando un'esperienza simile a quella di Microsoft PowerPoint.

Il co-authoring consentirà a più creatori - sviluppatori professionisti o cittadini - di apportare modifiche all'applicazione nello stesso momento e di vederle in tempo reale. Di conseguenza, i team possono innovare insieme e creare connessioni più forti tra gli sviluppatori professionisti e gli esperti di dominio aziendale, un ingrediente fondamentale per massimizzare lo sviluppo low-code.

Agente virtuale integrato in Power Apps: Quando i maker progrediscono nel loro percorso di sviluppo, è naturale avere molte domande, per cui è fondamentale trovare le giuste risorse di supporto. È qui che entra in gioco l'agente virtuale integrato. L'agente virtuale (che utilizza Power Virtual Agents) farà emergere le risorse esterne pertinenti per assistere gli utenti nel processo di sviluppo dell'app e promuovere una maggiore conoscenza della comunità di maker interna all'organizzazione. Grazie a un matching intelligente, metterà in contatto i nuovi maker con i maker esperti, i consulenti e i membri della comunità interna.

Carte in Power Apps: in un mondo ibrido, svolgere il lavoro in un'app, collaborare con i colleghi in un'altra app e passare continuamente da un'applicazione all'altra è un pedaggio per il tempo e la produttività. Ecco perché Microsoft sta introducendo le schede in Power Apps, un nuovo modo di creare e inviare micro-app per condividere, raccogliere e collegare dati e prendere decisioni aziendali critiche, il tutto senza mai lasciare Microsoft Teams.

Power Apps darà agli sviluppatori low-code la possibilità di creare schede nel familiare designer Power Apps drag-and-drop, completo di integrazione con Power Fx. Il nuovo designer di schede in Power Apps si rivolgerà alle piattaforme ricche e interattive di oggi con piccole esperienze mirate a risparmiare tempo, tra cui sondaggi, raccolta di dati e indagini, oltre a casi aziendali più avanzati.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

7.1.8. Microsoft Dataverse permette agli sviluppatori di collegarsi a fonti di dati esterne

Microsoft Dataverse supporta le tabelle virtuali da molto tempo. Sono estremamente potenti, ma possono essere difficili da configurare. Con questa nuova versione, gli utenti potranno creare tabelle in Dataverse che visualizzano dati esterni sfruttando semplici connessioni per trovare tali dati esterni. Ad esempio, una tabella Dataverse con dati provenienti da una cartella di lavoro Excel in OneDrive o da un server SQL in Azure.

A seconda della connessione, verrà generata automaticamente una tabella con lo schema e l'integrazione corretti. Gli utenti possono fare tutto questo attraverso una semplice procedura guidata in Power Apps, che offre loro il controllo necessario per configurare i dettagli durante la creazione della tabella Dataverse. Questo aggiornamento sarà disponibile in anteprima all'inizio del 2023.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

Persone riunite davanti ai loro computer

8. Sicurezza 8.1. La sicurezza

8.1.1. Microsoft Defender for Cloud aggiunge nuove protezioni per una sicurezza completa

Le nuove funzionalità di Microsoft Defender for Cloud aiuteranno le organizzazioni a rafforzare la loro posizione di sicurezza nel cloud, a estendere la protezione dalle minacce ai carichi di lavoro e a integrare la sicurezza DevOps negli ambienti ibridi e multicloud. Questi aggiornamenti sono gli ultimi passi compiuti da Microsoft per rendere Defender for Cloud una piattaforma completa di protezione delle app cloud-native.

Le nuove funzionalità di Defender for Cloud includono:

  • Microsoft Defender for DevOps: una nuova soluzione che fornirà visibilità su più ambienti DevOps per gestire centralmente la sicurezza DevOps, rafforzare le configurazioni delle risorse cloud nel codice e aiutare a dare priorità alla risoluzione di problemi critici nel codice in ambienti multi-pipeline e multicloud. Con questa anteprima, sono supportate le principali piattaforme come GitHub e Azure DevOps e altre importanti piattaforme DevOps saranno supportate a breve.
  • Microsoft Defender Cloud Security Posture Management (CSPM): Questa soluzione, disponibile in anteprima, si baserà sulle funzionalità esistenti per fornire approfondimenti integrati sulle risorse cloud, compresi DevOps, l'infrastruttura runtime e le superfici di attacco esterne, e fornirà informazioni contestuali basate sul rischio ai team di sicurezza. Defender CSPM fornisce un'analisi proattiva dei percorsi di attacco, basata sul nuovo grafico della sicurezza del cloud, per aiutare a identificare le risorse più sfruttabili tra i carichi di lavoro connessi e ridurre il rumore delle raccomandazioni del 99%.
  • Punto di riferimento per la sicurezza del cloud di Microsoft: Un framework completo per la sicurezza multicloud è ora generalmente disponibile con Microsoft Defender for Cloud come parte dell'esperienza gratuita di Cloud Security Posture Management. Questo benchmark integrato mappa le best practice tra i cloud e i framework di settore, consentendo ai team di sicurezza di garantire la conformità alla sicurezza multicloud.
  • Ampliamento delle funzionalità di protezione dei carichi di lavoro: Microsoft Defender for Servers supporterà la scansione agentless, oltre a un approccio basato su agenti per le macchine virtuali (VM) in Azure e AWS. Defender for Servers P2 fornirà le funzionalità premium di Microsoft Defender Vulnerability Management. Microsoft Defender for Containers espanderà la protezione dalle minacce multicloud con la scansione agentless in AWS Elastic Container Registry. Questi aggiornamenti sono in anteprima.

Per saperne di più su questo aggiornamento o scaricare le risorse visive.

8.1.2. Risparmiate su Microsoft Defender for Endpoint per un periodo di tempo limitato

Le organizzazioni che desiderano modernizzare la protezione degli endpoint stanno cercando di abbandonare gli antivirus tradizionali e si rivolgono a Microsoft Defender for Endpoint. Microsoft annuncia una vendita a tempo limitato del 50% di sconto sulle licenze Defender for Endpoint Piano 1 e Piano 2, consentendo alle organizzazioni di fare di più e spendere meno modernizzando la propria sicurezza con una piattaforma leader nella protezione degli endpoint.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

8.1.3. Microsoft 365 Defender ora distrugge il ransomware alla velocità della macchina

Microsoft 365 Defender ora interrompe automaticamente gli attacchi ransomware. Questo è possibile perché Microsoft 365 Defender raccoglie e correla i segnali di endpoint, identità, e-mail, documenti e app cloud in incidenti unificati e utilizza l'ampiezza dei segnali per identificare tempestivamente gli attacchi con un elevato livello di affidabilità.

Il tempo è fondamentale negli attacchi ransomware e ora Microsoft 365 Defender può contenere automaticamente le risorse colpite, come gli endpoint o le identità degli utenti. In questo modo si impedisce al ransomware di diffondersi lateralmente, riducendo in modo sostanziale il costo complessivo di un attacco e migliorando la capacità di recupero dell'azienda. Il team operativo di sicurezza mantiene il pieno controllo delle indagini, della riparazione e del ripristino delle risorse una volta che sono tornate in uno stato sano.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

8.1.4. Aggiornamenti della gestione degli endpoint

Microsoft lancerà la Advanced Management Suite nel marzo 2023 come nuovo piano di gestione degli endpoint premium a costi contenuti. Con il piano di costruire le nuove funzionalità premium nel cloud, Microsoft annuncia anche che Microsoft Intune è il nuovo nome per la famiglia di prodotti di gestione degli endpoint in espansione. Microsoft Configuration Manager continuerà a far parte di questa famiglia di prodotti.

Inoltre, Microsoft sta annunciando singole soluzioni aggiuntive a Microsoft Intune e alla suite di soluzioni in bundle di prossima uscita, tra cui:

Microsoft Tunnel per la gestione delle app mobili (MAM) sarà rilasciato a gennaio come secondo componente aggiuntivo e sarà incluso nell'ambito del futuro bundle. Tunnel for MAM consentirà ai lavoratori di accedere in modo sicuro alle risorse aziendali senza richiedere la registrazione del dispositivo. Gli utenti possono rimanere produttivi sul dispositivo che preferiscono e mantenere la privacy dei propri dati personali, consentendo al reparto IT di applicare le policy per proteggere i dati aziendali.

La gestione dei privilegi degli endpoint, ora in anteprima, sarà lanciata contemporaneamente a Microsoft Intune Suite. Questa funzionalità consentirà all'IT di impostare criteri per elevare dinamicamente gli utenti standard con permessi di amministrazione, eliminando gli ostacoli alla produttività e riducendo il rischio di attacchi agli utenti con privilegi di amministrazione.

Microsoft Intune Suite includerà anche un modo per ridurre i rischi di vulnerabilità mantenendo le applicazioni aggiornate. La combinazione della potenza di Microsoft Defender con Microsoft Intune aiuterà a identificare e a rimediare a potenziali vulnerabilità con il patching automatico delle app come componente aggiuntivo.

La suite includerà anche funzionalità che riflettono i profondi investimenti di Microsoft nell'automazione intelligente e negli approfondimenti sui dati, nonché miglioramenti alla funzionalità di assistenza remota esistente per Windows. Aggiungerà la guida remota per Android come valore incrementale al componente aggiuntivo della guida remota esistente.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

8.1.5. Microsoft Entra Identity Governance in anteprima

Microsoft Entra Identity Governance, ora in anteprima, aiuterà le organizzazioni a garantire che le persone giuste abbiano il giusto accesso alle risorse giuste al momento giusto. Questa release offrirà un prodotto completo per la governance delle identità sia per le directory utenti on-premise che per quelle basate su cloud. Microsoft Entra Identity Governance aiuterà le organizzazioni a semplificare le operazioni, a supportare la conformità alle normative e a consolidare più soluzioni di identity point.

Le nuove funzionalità includono i flussi di lavoro del ciclo di vita per automatizzare le attività ripetitive, la connessione all'azienda in sede per consentire l'applicazione di criteri coerenti per tutti gli utenti e la separazione dei compiti nella gestione dei diritti per contribuire a salvaguardare i problemi di conformità. Queste funzionalità integrano quelle già esistenti di Microsoft Entra Identity Governance, tra cui la revisione degli accessi, la certificazione degli accessi, la gestione dei diritti e la gestione delle identità privilegiate.

Ulteriori annunci per Microsoft Entra includono:

  • Workload Identities, una soluzione di gestione delle identità e degli accessi che gestisce e protegge le identità per i carichi di lavoro digitali, come app e servizi, e controlla l'accesso alle risorse del cloud, sarà generalmente disponibile nel novembre 2022. I clienti possono creare criteri basati sul rischio con l'accesso condizionato, rilevare e rispondere alle identità compromesse dei carichi di lavoro con la protezione delle identità ed eseguire revisioni degli accessi per imporre l'accesso meno privilegiato alle identità dei carichi di lavoro in modo più sicuro.
  • L'autenticazione basata su certificati (CBA), un metodo di autenticazione multifattoriale chiave che soddisfa l'ordine esecutivo degli Stati Uniti sulla sicurezza informatica, è ora in anteprima. Consentirà ai clienti di adottare un'autenticazione resistente al phishing facilmente implementabile con un'esperienza utente migliorata per l'identificazione dei fattori di autenticazione dei certificati.
  • Forze di autenticazione ad accesso condizionato, che consentono agli amministratori di richiedere metodi di autenticazione specifici in base alla risorsa. Con i punti di forza dell'autenticazione, gli amministratori possono utilizzare l'autenticazione multifattoriale (MFA) giusta per la risorsa giusta, come l'MFA resistente al phishing per le risorse più critiche.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

8.1.6. Microsoft Audit Search rilascia una ricerca più veloce e affidabile

L'aggiornamento di Microsoft Audit Search è ora generalmente disponibile per i clienti Microsoft 365 E3 ed E5. Questo rinnovamento dello strumento di ricerca si basa sulla nota interfaccia utente di ricerca che attualmente consente di ricercare tra gli eventi critici del registro di audit per comprendere le azioni degli utenti e ottenere informazioni sulla sicurezza dei dati aziendali.

Con il lancio di New Search, gli utenti possono eseguire 10 lavori di ricerca di audit simultanei ed esaminare la percentuale di avanzamento, il numero di risultati e lo stato del lavoro dall'interfaccia utente. I risultati storici dei lavori di ricerca vengono memorizzati per 30 giorni e possono essere consultati una volta completati. Inoltre, gli utenti possono filtrare ed esportare questi dati. La finestra del browser può anche essere chiusa durante il completamento delle ricerche.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

8.1.7. Nuove funzionalità di eDiscovery per supportare la collaborazione moderna

Molti clienti spesso considerano i documenti condivisi o gli allegati nel cloud come una forma di comunicazione e quindi sono tenuti a preservare e a rendere rilevabili tali contenuti. Se da un lato gli utenti traggono vantaggio dalla condivisione rapida dei file per la visibilità e la collaborazione, dall'altro questa pratica si è rivelata impegnativa per i professionisti dell'eDiscovery e dell'ambito legale.

Per aiutare i clienti a soddisfare in modo efficiente gli obblighi normativi in materia di discovery, eDiscovery (Premium) supporterà la possibilità di scoprire la versione del documento nel momento in cui è stato condiviso. Ciò contribuirà a garantire che le informazioni corrette sul documento siano disponibili per i processi di eDiscovery. Questo aggiornamento è in anteprima.

Poiché sempre più informazioni critiche per l'azienda vengono condivise tramite Microsoft Teams, le reazioni ai messaggi sono un indicatore importante del riconoscimento e della risposta ai messaggi, che spesso comunicano l'intenzione o l'approvazione di un messaggio che può contenere importanti prove.

Microsoft Purview eDiscovery (Premium) ora include l'acquisizione delle reazioni a specifici messaggi e conversazioni di Teams nelle raccolte di eDiscovery:

  • Vedere chi ha reagito con quale reazione (pollice in su, cuore, risata, ecc.) a quale messaggio in quale momento per capire chi sapeva cosa quando.
  • Per gli utenti in attesa legale, vedere le reazioni ai messaggi modificati e/o cancellati.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

8.1.8. Semplificare la governance dei dati con Microsoft Purview Data Lifecycle Management

Una sicurezza completa richiede un approccio proattivo alla protezione e alla governance dei dati. Con l'aumento del lavoro ibrido, Microsoft sa che gli utenti vogliono bilanciare la sicurezza moderna con la collaborazione moderna. Le ultime innovazioni di Microsoft Purview Data Lifecycle Management sono state progettate per aiutare ad affrontare queste sfide, con particolare attenzione alla governance e all'estensibilità dei dati di Microsoft Teams. Queste funzionalità includono:

  • Etichette di conservazione: Consente agli utenti di applicare la governance dei dati mentre lavorano. Ora disponibile in generale, gli utenti possono applicare i criteri di conservazione ed eliminazione dei dati direttamente nella scheda File di Microsoft Teams.
  • Conservare le versioni condivise: Questa funzione aiuterà i responsabili della conformità a rispettare le normative sui servizi finanziari e aiuterà anche i CISO a condurre indagini interne. Gli utenti potranno conservare la versione esatta di un file condiviso come link in un messaggio o in un'e-mail di Microsoft Teams, collegando così il contesto del messaggio con la versione del file visualizzata dalla persona. Questa funzione è ora in anteprima.
  • Personalizzazione di Microsoft Purview Data Lifecycle Management: L'integrazione di Power Automate con Microsoft Purview Data Lifecycle Management aiuterà i clienti a creare un processo personalizzato al termine di un periodo di conservazione per soddisfare i loro requisiti. Ad esempio, notificare gli utenti prima dell'eliminazione dei dati o richiedere un'approvazione. Questa integrazione è ora in anteprima.
  • API Microsoft Graph: Ora in anteprima, le API Microsoft Graph di consentiranno agli utenti di gestire le etichette di conservazione e la conservazione basata sugli eventi. Queste API consentiranno alle organizzazioni di collegare altri sistemi a Microsoft Purview Data Lifecycle Management.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

8.1.9. La gestione del rischio insider presenta nuove funzionalità

Insider Risk Management è la soluzione Microsoft Purview progettata per aiutare le organizzazioni a identificare e gestire i rischi insider. Per aiutare gli utenti a individuare, dare priorità e indagare sui rischi, Microsoft sta introducendo nuove funzionalità, illustrate in un nuovo report che aiuta i clienti a considerare il rischio insider in modo olistico.

Alcune delle nuove funzioni, in anteprima, includono:

  • Miglioramenti alle capacità di triage e di rilevamento.
  • Integrazione della gestione del rischio insider e della conformità alla comunicazione.
  • Approfondimenti per azioni da parte di potenziali utenti ad alto impatto.
  • Miglioramento degli approfondimenti analitici di valutazione.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

8.1.10. Salvaguardare i dati sensibili con una protezione dei dati estensibile

Diversi aggiornamenti, in anteprima per Microsoft Purview, sono progettati per aiutare gli utenti a salvaguardare il materiale sensibile tra le app, le piattaforme e i cloud utilizzando una protezione dei dati estensibile e includono:

  • Stampante autorizzata: Consente agli utenti di creare gruppi di dispositivi di stampa e di designare azioni restrittive per ciascun gruppo all'interno dei criteri di prevenzione della perdita di dati (DLP) in Microsoft Purview Data Loss Prevention.
  • USB autorizzato: Gli utenti potranno creare gruppi di dispositivi USB e designare azioni restrittive per ciascun gruppo all'interno dei criteri DLP. Gli utenti possono creare gruppi di dispositivi USB autorizzati o non autorizzati in base ai numeri di serie e consentire la "copia" di documenti su determinati gruppi di dispositivi USB e bloccarne altri.
  • Percorso di condivisione di rete autorizzato: Gli utenti potranno creare gruppi di percorsi di condivisione di rete e designare azioni restrittive per ciascun gruppo all'interno dei criteri DLP.
  • Posizione della rete come condizione: Gli utenti potranno inserire la posizione della rete come condizione nei criteri DLP. Ad esempio, gli utenti potranno bloccare la copia di contenuti sensibili in condivisioni di rete su una rete Wi-Fi personale, ma non su una rete Wi-Fi aziendale o una VPN.
  • Gruppi di siti sanzionati e non sanzionati per diversi file sensibili: Con questa funzionalità, gli utenti potranno creare gruppi di domini di servizio e gestire le restrizioni per i gruppi all'interno del criterio DLP. Ad esempio, è possibile consentire il caricamento di dati sensibili solo nei siti SharePoint aziendali e in nessun altro luogo.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

8.1.11. Microsoft Purview Information Protection aiuta gli utenti a scoprire, classificare, proteggere e gestire le informazioni sensibili.

Microsoft Purview Information Protection è una soluzione che aiuta gli utenti con informazioni sensibili. Le nuove funzionalità di Purview Information Protection semplificano la scoperta, la classificazione, la protezione e la gestione dei contenuti in più ambienti e comprendono:

  • Classificatori addestrabili: Includerà oltre 20 classificatori per scoprire e classificare rapidamente più di 30 tipi di contenuti sensibili in varie categorie. Questa funzione è in anteprima.
  • Tipi di informazioni sensibili alle credenziali (SIT): Fornisce più di 40 tipi di SIT per consentire la classificazione automatica delle credenziali sensibili per proteggere Azure e altre risorse multicloud dagli attacchi informatici. Questa funzione è generalmente disponibile.
  • Co-autori di documenti criptati: Più autori possono modificare documenti etichettati e protetti per garantire una collaborazione sicura e migliorare la produttività sui dispositivi mobili. Questa funzione è generalmente disponibile.
  • Applicazione/modifica manuale: Le etichette di sensibilità sono integrate in modo nativo in Adobe Acrobat, consentendo agli utenti di etichettare e modificare manualmente i file. Questa funzione è generalmente disponibile.
  • Protezione delle etichette: Le etichette e le protezioni applicate ai documenti di Office rimarranno durante la conversione in PDF in Microsoft Word, Excel e PowerPoint su PC per Windows, garantendo un'etichettatura coerente tra i vari tipi di file e una maggiore facilità d'uso. Questa funzione è generalmente disponibile.
  • Nuove funzionalità integrate in Office: Le nuove funzionalità includeranno una barra di sensibilità più visibile e la crittografia S/MIME nei messaggi di posta elettronica di Outlook e autorizzazioni definite dall'utente per limitare l'accesso ai nomi di dominio. Questa funzione è in anteprima.
  • Esperienza di amministrazione dello scanner di Azure Information Protection: Gli amministratori di sistema potranno utilizzare un unico portale di conformità per configurare le scansioni dei repository on-premise, visualizzare i risultati in activity explorer e content explorer per l'analisi e configurare i criteri di prevenzione della perdita di dati (DLP) e di etichettatura per Azure Information Protection Scanner. Questa funzione è in anteprima.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

8.1.12. Microsoft Sentinel aiuta gli utenti a vedere e bloccare le minacce in tutta l'azienda

Uno dei principali vantaggi di Microsoft Sentinel è la possibilità di effettuare ricerche su vaste quantità di dati di sicurezza in modo rapido e semplice, per bloccare le violazioni in modo veloce ed economico. Grazie alle nuove opzioni a basso costo per l'inserimento e l'archiviazione dei dati, ora generalmente disponibili, i clienti possono raccogliere e ricercare tutti i dati in Microsoft Sentinel.

I registri di base sono stati progettati per ingerire un elevato volume di dati da fonti per correlare e indagare su un incidente. I registri archiviati offrono un'archiviazione a lungo termine a basso costo, consultabile fino a sette anni. Il ripristino dei registri consente di ripristinare i registri per eseguire query di indagine interattive ad alte prestazioni, se necessario.

Inoltre, con il Microsoft Sentinel Migration and Modernization Program i clienti possono ottenere indicazioni, risorse e l'aiuto di esperti per semplificare e accelerare la migrazione della loro gestione delle informazioni e degli eventi di sicurezza (SIEM) a Microsoft Sentinel.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

8.1.13. L'ultimo aggiornamento della sicurezza di rete Azure rafforza la sicurezza e aumenta l'agilità

Opzione di protezione IP a basso costo per Azure DDoS Protection

IP Protection, ora in anteprima, è destinato alle piccole e medie imprese e fornirà una protezione di livello aziendale a un prezzo accessibile. I clienti avranno la flessibilità di abilitare la protezione DDoS su un singolo IP pubblico per difendersi dagli attacchi DDoS. IP Protection è conveniente e offre funzionalità di livello aziendale, come la regolazione adattiva dei criteri in tempo reale, l'analisi dettagliata degli attacchi e la garanzia di un accordo sul livello di servizio (SLA).

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

8.1.14. Opzioni di macchine virtuali riservate in Azure

Le nuove opzioni di macchine virtuali riservate in Azure includono:

Pool di macchine virtuali riservate per Azure Kubernetes Service (AKS): I pool di nodi di macchine virtuali (VM) riservati per AKS che utilizzano VM riservate basate su processori AMD EPYC™ di terza generazione con funzionalità di sicurezza Secure Encrypted Virtualization-Secure Nested Paging (SEV-SNP) sono ora generalmente disponibili. Questi pool di nodi riservati su AKS consentono di trasferire senza problemi i carichi di lavoro dei container Linux su Azure.

La migrazione ad AKS significa che le aziende possono ora optare per un sistema altamente scalabile, con tutte le funzionalità di AKS, senza dover modificare il codice o ridurre le prestazioni. AKS è ora in grado di avere pool di nodi riservati e non riservati in un singolo cluster. Di conseguenza, le applicazioni che elaborano dati sensibili possono risiedere in un pool di nodi TEE (Trusted Execution Environment) a livello di VM con chiavi di crittografia della memoria generate dal chipset stesso.

Opzione macchina virtuale riservata per Azure Virtual Desktop: L'opzione macchina virtuale (VM) riservata per Azure Virtual Desktop è ora in anteprima. Gli utenti di Microsoft Azure Virtual Desktop potranno scegliere una macchina virtuale riservata per la loro esperienza di virtualizzazione desktop. Questa funzionalità garantisce che i carichi di lavoro in esecuzione sul desktop virtuale di un utente siano crittografati in memoria e possano proteggere i dati in uso. Questi desktop sono alimentati dal più recente processore AMD EPYC™ di terza generazione con tecnologia SEV-SNP, che supporta la crittografia basata su hardware e utilizza chiavi di crittografia generate da un processore sicuro dedicato all'interno della CPU AMD.

L'opzione macchina virtuale riservata per SQL Server su macchine virtuali Azure è ora generalmente disponibile: L'esecuzione di SQL Server su macchine virtuali (VM) riservate di Azure consente ai clienti di SQL Server su macchine virtuali di Azure di portare con fiducia i propri dati sensibili su Azure. Le macchine virtuali riservate di Azure forniscono un confine forte, rinforzato dall'hardware, che rafforza la protezione del sistema operativo guest contro l'accesso dell'operatore host. Per i clienti di SQL Server, le macchine virtuali riservate di Azure sono progettate per rendere sia i dati in uso (i dati elaborati all'interno della memoria di SQL Server), sia i dati a riposo memorizzati sulle unità della macchina virtuale non accessibili a utenti non autorizzati dall'esterno della macchina virtuale.

Attestazione guest per le macchine virtuali riservate ad AMD: La funzione di attestazione guest per i più recenti processori AMD EPYC™ di terza generazione con tecnologia SEV-SNP è ora generalmente disponibile. Con l'attestazione guest, i clienti possono avere una maggiore sicurezza che il loro software all'interno di una macchina virtuale (VM) riservata AMD venga eseguito in un ambiente di esecuzione affidabile (TEE) basato su hardware con le funzioni di sicurezza attivate.

Ulteriori informazioni su VM riservate per Azure Virtual Desktop SQL Server su macchine virtuali Azure riservate e attestazione degli ospiti.

Una donna seduta a una scrivania che lavora al computer

9. Finestre 9.1. Windows

9.1.1. Windows 365 continua ad espandersi

Windows 365 continua a crescere con l'espansione a nuovi utenti grazie all'aggiunta di nuovi prodotti e aggiornamenti al servizio, tra cui:

  • Windows 365 Government, una nuova offerta per le organizzazioni Government Community Cloud e Government Community Cloud High, consente agli appaltatori governativi degli Stati Uniti e ai clienti locali, statali e federali che supportano di trasmettere in modo sicuro le applicazioni, i dati, i contenuti e le impostazioni di Windows dal cloud di Microsoft a qualsiasi dispositivo, in qualsiasi momento. Windows 365 Government è ora generalmente disponibile.
  • L'app Windows 365 fornirà un percorso diretto a Windows 365 dalla barra delle applicazioni o dal menu Start con un'esperienza personale e personalizzata che può essere adattata a ciascun utente. L'app Windows 365, ora in anteprima, sarà disponibile nel Microsoft Store di Windows.
  • Citrix HDX Plus per Windows 365 aiuta i team IT a fornire supporto per una gamma più ampia di dispositivi e periferiche endpoint, controlli avanzati di sicurezza e policy e una migliore esperienza in ambienti con larghezza di banda ridotta. Nella sezione di amministrazione dei tenant del centro di amministrazione di Microsoft Endpoint Manager, una nuova opzione per Windows 365 consentirà agli amministratori di attivare l'integrazione e permettere ai dipendenti con licenza di accedere ai loro PC Windows 365 Cloud nell'ambiente Citrix che utilizzano oggi. Questo aggiornamento è in anteprima.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

9.1.2. Aggiornamento Conformità ridisegnata con Azure Workbooks

Update Compliance fornisce un monitoraggio dettagliato della distribuzione per le funzionalità dei client Windows e gli aggiornamenti di qualità. Update Compliance sta migrando i report su Azure Workbooks per renderli più modulari e personalizzabili. La nuova soluzione, Windows Update for Business reports, si allinea al marchio Windows Update for Business per chiarire che i report riguardano gli aggiornamenti e l'assistenza di Windows.

Questa modifica, disponibile a novembre, fornirà un prodotto più semplice e coerente, creando al contempo un framework che consente agli utenti di personalizzare le esperienze in base alle proprie esigenze aziendali. Utilizzando Azure Active Directory (Azure AD), questi nuovi report forniranno dati più coerenti che si integrano perfettamente con l'ecosistema Microsoft 365 e con altre soluzioni come Microsoft Intune.

Per saperne di più su questo aggiornamento.

9.1.3. Test Base per Microsoft 365 rilascia nuove funzionalità in anteprima

Test Base è una soluzione di testing intelligente basata su cloud, sviluppata con l'obiettivo di aiutare le aziende a modernizzare il modo in cui convalidano le loro applicazioni rispetto alle release di Windows. Sulla base dei feedback ricevuti, Microsoft sta aggiungendo nuove funzionalità per rendere ancora più semplice il test delle app e ampliare le applicazioni con le quali possono essere testate. Queste funzionalità includono:

  • Supporto per l'aggiornamento in loco: Consente ai clienti di valutare la prontezza dell'app durante la migrazione a Windows 11 convalidando l'app su Windows 10 e Windows 11 sulla stessa macchina virtuale. In questo modo le aziende potranno valutare in modo completo la predisposizione all'aggiornamento e avere la certezza che l'app continuerà a funzionare come previsto durante l'aggiornamento. L'anteprima è prevista per novembre.
  • Test delle applicazioni Microsoft 365: Supporto per testare il funzionamento delle app con il canale di aggiornamento mensile delle app Microsoft 365. Questa funzione è ora in anteprima.

Per saperne di più su questo aggiornamento, contattate il team Microsoft Media and Analyst Events.

9.1.4. Messaggi organizzativi nel prodotto in anteprima

I dipendenti ricevono spesso informazioni dall'IT tramite e-mail, Microsoft Teams e altri canali di comunicazione. Le comunicazioni importanti non sempre vengono lette, per cui Microsoft ha deciso di sviluppare un altro modo per fornire informazioni ai dipendenti. I messaggi organizzativi forniranno un nuovo canale di comunicazione per l'IT, che si metterà in contatto con i dipendenti direttamente attraverso le superfici di Windows, anche sopra la barra delle applicazioni, nel centro notifiche e nell'app Get Started. Con questi messaggi contestuali mirati, configurati e gestiti tramite Microsoft Intune, l'IT può offrire informazioni per l'inserimento dei dipendenti o fornire promemoria di importanti corsi di formazione che altrimenti potrebbero andare persi. Questa funzione sarà disponibile in anteprima a novembre.

Per saperne di più su questo aggiornamento. 

9.1.5. Universal Print annuncia nuove funzionalità di gestione

Universal Print, la soluzione di stampa sicura nel cloud di Microsoft, sta apportando due nuove aggiunte per facilitare la gestione della stampa.

L'amministrazione delegata consente ai team IT delle filiali di gestire le stampanti nelle loro sedi. Ciò consentirà a questi team di registrare rapidamente nuove stampanti con Azure Active Directory (Azure AD) e di supportare i dipendenti senza dipendere dal team IT centrale. Il supporto per l'amministrazione delegata sarà disponibile in anteprima entro la prima settimana di novembre.

Per aiutare gli amministratori a diagnosticare i problemi della stampante, la pagina dei lavori della stampante sarà migliorata con l'aggiunta di informazioni quali il nome e le dimensioni dell'articolo, il tempo impiegato in ogni fase e il codice di errore per i lavori non riusciti, con collegamenti alle pagine di aiuto corrispondenti. Questa funzione sarà generalmente disponibile entro la fine di ottobre.

Per saperne di più su questo aggiornamento.