Al via la Microsoft Digital Week: Microsoft impegnata per democratizzare l’Intelligenza Artificiale e promuovere la Cultura Digitale in Italia

Microsoft Italia inaugura la Microsoft Digital Week, confermando il proprio impegno per guidare il Paese verso la trasformazione digitale, aiutando istituzioni, aziende e persone a cogliere anche le opportunità dell’Artificial Intelligence. Un progetto di AI emblematico in questo senso è quello della sperimentazione di “Chiara”, l’assistente digitale con cui Microsoft e Teorema hanno risposto alla Call for Ideas indetta dal Comune, nell’ambito della Milano Digital Week. Attraverso il portale del Turismo del Comune di Milano, fruibile anche in mobilità, sarà possibile interagire facilmente con Chiara per accedere a informazioni utili, visualizzando per esempio gli eventi in programma in città, la mappa della metro e l’offerta culturale del momento.

Milano città dell’Innovazione e del futuro, sempre in movimento, sempre all’avanguardia, per semplificare la vita dei propri cittadini e dei turisti che scelgono di visitarla. Con ‘Chiara’ ci viene presentata la sperimentazione di uno strumento dalle grandi potenzialità che i milanesi saranno felici di provare durante la Digital Week. Sul terreno dello sviluppo tecnologico e della digitalizzazione della città stiamo lavorando da un anno e mezzo con l’obiettivo di facilitare, in particolar modo, il rapporto tra pubblica amministrazione e cittadini“, ha detto il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

Facendo leva sulla piattaforma cloud di Microsoft e in particolare su Azure BOT Services, Teorema ha messo a disposizione la propria expertise in ambito Artificial Intelligence per sviluppare la sperimentazione di Chiara, partendo dalle esigenze della città in ambito culturale e turistico. Ecco perché tra i feedback consolidati “dell’assistente virtuale” figurano le indicazioni su una delle mete meneghine più richieste, ovvero il Cenacolo Vinciano. Il progetto rappresenta un’importante sperimentazione in una logica di smart city e al contempo di multiculturalità. Sarà inizialmente disponibile in italiano e in inglese, ma in futuro potrà includere anche la capacità di dialogare in arabo e cinese, con l’obiettivo di offrire una risposta ai turisti in viaggio a Milano, ma anche di permettere a coloro che, per ragioni di lavoro o studio, risiedono in città di interagire ancora più facilmente con le istituzioni. Il progetto potrà rappresentare anche uno strumento di efficienza per la PA, di innovazione del servizio pubblico e di semplificazione del rapporto con la cittadinanza, permettendo alle persone di trovare facilmente le informazioni di loro interesse e di intraprendere un dialogo “umano” con quella che di fatto è un’intelligenza artificiale. La sperimentazione è stata sviluppata in pochissimo tempo e potrà essere gradualmente perfezionata, beneficiando della capacità di apprendimento dell’AI, per offrire feedback sempre più puntuali.

“Siamo orgogliosi di sperimentare questo nuovo strumento con il Comune di Milano, in risposta alla Call for Ideas della scorsa estate. Lo facciamo a Milano, per la prima volta in Italia, nella città che a pieno titolo può essere considerata la Capitale dell’innovazione, contando di poterlo facilmente replicare nelle altre città italiane. Il Cloud Computing e l’Artificial Intelligence non solo rivoluzionano con lungimiranza i modelli di interazione e business, ma soprattutto semplificano la vita delle persone. Ne sono esempi anche la nuova piattaforma di continuous learning del MIP e la nuova piattaforma intelligente per la salute di tutta la famiglia di Europ Assistance. Progetti innovativi che dipingono uno scenario in evoluzione, ove per crescere non è però solo necessario investire in tecnologia, bensì anche in cultura: la nuova ricerca Microsoft-KRC Research dimostra proprio il valore della cultura digitale quale driver strategico per la competitività del Paese. Le realtà italiane caratterizzate da una forte cultura digitale sono quelle in cui i vertici sostengono il potenziale della tecnologia per aiutare le persone e il business a crescere, in cui ne promuovono l’utilizzo con l’esempio ed in cui i dipendenti ottengono la formazione di cui hanno bisogno per ottenere il massimo dal digitale: sono queste le imprese che beneficiano di dipendenti 10 volte più motivati, 4 volte più innovativi, 2 volte più produttivi. Di fatto solo il 17,4% degli italiani lavora in contesti con una grande cultura digitale, ecco perché Microsoft rinnova il proprio impegno per promuovere la formazione e la condivisione di best practice, anche grazie alla Microsoft House, un luogo di confronto per aziende e cittadini sulle opportunità offerte dal digitale, che nel primo anno ha già accolto oltre 110.000 persone. Non solo, ci impegniamo con un piano concreto di investimenti in Italia per sostenere la trasformazione digitale della PA, per accelerare la crescita delle imprese e per supportare la modernizzazione della didattica e la diffusione delle competenze digitali tra i giovani” – ha commentato Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

Durante la conferenza inaugurale della Microsoft Digital Week, è intervenuto anche Andrea Sianesi, Dean del MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business, annunciando insieme a Microsoft un innovativo progetto di intelligenza artificiale al servizio della formazione a livello internazionale: una piattaforma di continuous learning suggerirà come colmare il proprio skill gap alla Community MIP e a chiunque altro interessato a temi di business management, e in futuro aiuterà le aziende a reclutare i profili ideali.

È stato inoltre lanciato il nuovo progetto MyClinic di Europ Assistance, che integra i servizi cognitivi e l’Artificial Intelligence di Microsoft a supporto di percorsi di prevenzione e consulenza medica. 

Nel corso dell’evento si sono confrontati anche altri rappresentanti del mondo accademico e dell’innovazione quali Carlo Ratti, Professore al Massachusetts Institute of Technology e Direttore del Senseable City Lab, Maurits Tichelman, Vice President del Sales and Marketing Group di Intel Corporation, e Carlo Barlocco, Presidente di Samsung Electronics Italia, condividendo la propria vision sul potenziale del digitale e in particolare dell’Artificial Intelligence a supporto di una società più moderna e di un sistema economico più competitivo.

FLEXA, LA PIATTAFORMA DI CONTINUOUS LEARNING DEL MIP POLITECNICO DI MILANO: L’AI PER RIDURRE SKILL GAP E MISMATCH

Il nuovo progetto di Artificial Intelligence che nasce dalla collaborazione tra Microsoft e il MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business, intende offrire alla Community MIP e ai professionisti un valido supporto nel costruirsi un percorso formativo su misura, prioritizzando le skill utili rispetto al proprio profilo e rispetto alle esigenze di un mercato del lavoro in costante evoluzione. Facendo leva sulla piattaforma cloud di Azure e sulle funzionalità di analisi e AI di Microsoft, si sta sviluppando FLEXA, una piattaforma di continuous learning che suggerirà, alla community MIP e a chiunque altro interessato a temi di business management, i contenuti da approfondire, i profili simili al proprio con cui condividere un percorso di crescita e gli eventi da seguire per colmare il proprio skill gap e raggiungere i propri obiettivi professionali con maggiore efficacia. In una fase successiva, grazie all’ingresso delle aziende nel sistema, rappresenterà un utile supporto anche nella ricerca di lavoro, dal momento che, in base a una accurata profilazione dell’utente, permetterà alle aziende di selezionare i profili migliori per la posizione ricercata. La nuova piattaforma di digital learning del MIP si avvia ad essere la prima esperienza disponibile a livello internazionale a supporto di un percorso di apprendimento continuativo e personalizzato, e offrirà all’utente consigli utili per colmare il gap tra le competenze attuali e quelle desiderate per la propria carriera. Non solo, rappresenterà anche un valido strumento a supporto delle aziende, per collaborare con il MIP alla formazione dei dipendenti e a campagne di recruiting mirate, contribuendo così a ridurre il cosiddetto mismatch tra domanda e offerta di lavoro.

LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELLA SALUTE DI EUROP ASSISTANCE: L’AI A VANTAGGIO DEI PERCORSI DI PREVENZIONE E CONSULENZA MEDICA

MyClinic è il nuovo progetto digitale di Europ Assistance, che integra sistemi di Artificial Intelligence e che vede la collaborazione con Microsoft: la prima piattaforma digitale per la salute di tutta la famiglia con cui la Compagnia di Assistenza del Gruppo Generali punta sulle nuove tecnologie per dare vita a un efficace sistema di health management & care coordination. La piattaforma di ultima generazione, accessibile sia da smartphone (app e mobile site), sia da PC, permette a clienti e business partner di accedere a una gamma di servizi sanitari in modo semplice e intuitivo: la cartella clinica, un sistema di autovalutazione dei sintomi certificato come dispositivo medico di classe 2, il consulto di un medico e una sezione con lo storico di tutte le attività fatte sulla piattaforma. MyClinic punta a sviluppare un percorso di prevenzione e consulenza medica, basato da una parte sulla raggiungibilità 24/7 di un pool medico parte di una struttura sanitaria certificata, dall’altra sulla possibilità di monitorare e condividere i propri parametri via device, dando accesso agli utenti a soluzioni intuitive, quali videochat e tool medici di autodiagnosi. MyClinic ruota intorno alle persone, dando loro la possibilità di chiedere un consulto in videochiamata con un medico dell’equipe di Europ Assistance o richiedere una consulenza telefonica o scritta da parte di uno specialista. Integrando la piattaforma con un’intelligenza artificiale, Europ Assistance e Microsoft hanno dato vita a una user experience completamente nuova che permette di gestire in maniera conversazionale tutte le richieste dei clienti. Il BOT e tutte le componenti tecnologiche utilizzate per la realizzazione della piattaforma sfruttano servizi e moduli implementati sul Cloud di Microsoft Azure, con il vantaggio di poter beneficiare di flessibilità e sicurezza, riducendo al minino l’impatto di gestione e manutenzione applicativa delle strutture IT.

LA CULTURA DIGITALE COME DRIVER DI COMPETITIVITA’: LA NUOVA RICERCA MICROSOFT

Dalla nuova ricerca Microsoft-KRC Research[i] emerge che la cultura digitale è un driver strategico per la competitività delle aziende italiane: le realtà caratterizzate da una forte cultura digitale si distinguono sul mercato, rispetto alle organizzazioni che mancano di cultura digitale, grazie a dipendenti 10 volte più valorizzati e motivati, 4 volte più innovativi, 2 volte più produttivi. Di fatto è un tratto ancora poco diffuso: solo il 17,4% degli italiani lavora in aziende caratterizzate da una forte cultura del digitale. Ecco perché è necessario investire in formazione e iniziative a supporto di un comune mindset aperto all’innovazione, in modo da poter cogliere le opportunità del Cloud e dell’AI. Per la prima volta 5 generazioni si trovano a confronto nelle aziende di oggi e per liberare il potenziale delle risorse è necessario far leva sia su una dotazione tecnologica moderna, sia su una forte cultura digitale. Nei posti di lavoro caratterizzati da una significativa cultura digitale – ovvero in cui si promuove il ruolo della tecnologia a supporto del business e in cui si forniscono informazioni e training per facilitare l’uso delle nuove tecnologie – emerge un tratto distintivo: ci si sente maggiormente valorizzati, sensazione particolarmente diffusa tra i Millennials. Solo il 5,7% dei dipendenti italiani di 36 anni o più si sente molto valorizzato in ambienti lavorativi caratterizzati da una debole cultura del digitale, mentre laddove esiste una forte cultura del digitale oltre la metà (54%) si sente valorizzato.  Tra i giovani nessuno di 35 anni o meno si sente valorizzato in ambienti lavorativi caratterizzati da una debole cultura del digitale, mentre laddove esiste una forte cultura del digitale è il 21,4% a sentirsi valorizzato. Il digitale non è solo uno strumento di efficienza, ma un elemento di competitività a tutto tondo e un alleato nella competizione per aggiudicarsi i migliori talenti e crescere.

[i] La Ricerca sulla Cultura Digitale di Microsoft – KRC Research ha coinvolto oltre 20.000 dipendenti di medie e grandi aziende in 21 Paesi, tra cui 1.000 in Italia, analizzando l’intersezione tra persone e tecnologie, indagando sia la dotazione tecnologica, sia l’attitudine al lavoro e alle performance (Novembre 2017-Gennaio 2018)

SI APRE UFFICIALMENTE LA SETTIMANA MICROSOFT DEDICATA AL DIGITALE: PROTAGONISTI I PARTNER

Oltre all’appuntamento odierno con il convegno pomeridiano “FWD Future.Work.Digital”, nel corso della settimana dal 13 al 15 marzo si svilupperanno 3 giornate verticali dedicate a 3 industry chiave per l’economia italiana, rispettivamente Banking & Financial Services, Manufacturing, Retail, con la partecipazione anche di The European House – Ambrosetti e di EY. Chiuderà il ciclo business, il 16 Marzo, una giornata di approfondimento cross-industry sul tema dell’Artificial Intelligence.

La giornata dedicata al Manufacturing del 14 marzo sarà l’occasione per presentare anche Manufacturing Lab, un percorso territoriale organizzato da EY con il supporto di Samsung e Microsoft, che ha l’obiettivo di ripercorrere le tappe evolutive della manifattura italiana e sviluppare idee applicate al settore manifatturiero. In occasione di questo appuntamento in Microsoft House, saranno in particolare approfondite le 7 tematiche oggetto di discussione del percorso: Speed up, Manage process complexity, Value from data, Consumer to business, People 4.0, Syncronize to the ecosystem e Digital first product, elementi cardine legati alle nuove sfide tecnologiche a cui sono chiamate a rispondere le aziende del settore manifatturiero.

Il 15 marzo verrà presentata la nuova piattaforma integrata sviluppata da Microsoft e Capgemini a partire da Microsoft Dynamics 365 Customer Engagement e Adobe Campaign, con l’obiettivo di offrire al comparto fashion e retail un’unica soluzione end-to-end per svolgere tutte le operazioni necessarie a gestire, monitorare e analizzare l’esperienza d’acquisto dei clienti, nell’ambito di un approccio multicanale. Le aziende e i professionisti potranno vivere la “Retail Experience”, una full immersion nell’ecosistema Microsoft alla scoperta del Customer Journey per vivere scenari d’interazione personalizzata abilitati da un mix di Digital Touchpoints (campagne digitali, ordini via chatbot, suggerimenti tramite artificial intelligence, cognitive services per il riconoscimento del consumatore e piattaforme e-commerce platform) e Physical Touchpoints (CRM, call center e cognitive services in store per l’analisi comportamentale e le preferenze del cliente). Le aziende verranno quindi guidate attraverso diversi scenari applicativi per comprendere l’impatto delle nuove tecnologie e in particolare dell’Artificial Intelligence sulla shopping experience e sullo store management.

L’approccio concreto permeerà tutta la Microsoft Digital Week: durante l’intera settimana, nello showroom della Microsoft House sarà allestita un’area esperienziale a tutto tondo, ove grazie al contributo di aziende innovative dell’ecosistema di Microsoft, sarà possibile toccare con mano progetti che testimoniano la portata del digitale per l’evoluzione dei modelli di business e per la semplificazione della vita di tutti. Protagonisti del calendario di appuntamenti i Partner Microsoft, che grazie alle proprie competenze verticali e all’esperienza su progetti concreti saranno in grado di offrire utili consigli alle aziende e ai professionisti, per aiutarli a cogliere i benefici della trasformazione digitale. Ruolo chiave nel palinsesto formativo ed esperienziale avranno Intel e Samsung, Partner principali della Microsoft Digital Week.
Arricchiscono inoltre l’agenda della manifestazione 4ward, Agic Technology, Alterna, Altitudo, Avanade, Capgemini Italia, COMPAREX Italia, Contaclab, Insight, MHT/Engineering, Microsys, NAV-lab, Porini – Var Group, Softjam, Teorema e Würth Phoenix che, oltre a sessioni plenarie, proporranno sessioni di approfondimento riservate a un pubblico ristretto nel corso delle diverse giornate.
Sulla piattaforma digitale www.microsoftdigitalweek.it è possibile consultare l’agenda della settimana e seguire gli eventi live. Microsoft Digital Week si concluderà il 17 e 18 marzo con il Microsoft Digital Weekend, un intero fine settimana dedicato a cittadini, famiglie e studenti con workshop e momenti di intrattenimento sul mondo dei videogiochi e dell’espressione artistica.

Per partecipare alle conversazioni online: #MicrosoftDigitalWeek

***

Microsoft

Fondata nel 1975, Microsoft è leader mondiale nel software, nei servizi e nelle tecnologie Internet per la gestione delle informazioni di persone e aziende. Offre una gamma completa di prodotti e servizi per consentire a tutti di migliorare, grazie al software, i risultati delle proprie attività – in ogni momento, in ogni luogo e con qualsiasi dispositivo. Ogni informazione relativa a Microsoft è disponibile al sito http://www.microsoft.com/italy/.

Microsoft Italia
Chiara Ronchetti
Responsabile Comunicazione Corporate e Business
www.microsoft.com/italy/stampa
e-mail msstampa@microsoft.com

Burson-Marsteller
Cristina Gobbo cristina.gobbo@bm.com | Tel 0272143543
Marta Grassini marta.grassini@bm.com | Tel 0272143520

Articoli Correlati